/ Sanità

Sanità | 15 settembre 2023, 15:00

Mieloma multiplo: il potere curativo del cinema

Un docufilm per raccontare una malattia poco conosciuta, il secondo tumore del sangue per incidenza dopo i linfomi, su cui la ricerca sta facendo passi da gigante

Mieloma multiplo: il potere curativo del cinema

Un docufilm per raccontare una malattia poco conosciuta, su cui però la ricerca sta facendo passi da gigante e che, conoscendola meglio, può fare meno paura: è il mieloma multiplo, il secondo tumore del sangue per incidenza dopo i linfomi, di cui si ammalano poco meno di 6mila persone ogni anno in Italia. 

“Si tratta di una malattia complessa – spiega Roberto Mina, ematologo, ricercatore presso la divisione di Ematologia diretta dal Prof. Benedetto Bruno e afferente al Dipartimento di Biotecnologie Molecolari e Scienze per la Salute dell’Università di Torino - che colpisce le plasmacellule, ossia cellule presenti nel midollo osseo e fisiologicamente deputate alla produzione di anticorpi. I principali sintomi sono anemia, dolore osseo, ipercalcemia e insufficienza renale. Negli ultimi 20 anni la ricerca ha fatto passi da gigante e continua a farne, sviluppando cure innovative che prolungano la sopravvivenza dei pazienti. In questo arco di tempo sono stati creati e messi in commercio più di 15 nuovi farmaci, numero che rende bene l’idea della vivacità della ricerca scientifica intorno a questa patologia”. 

Per raccontare cos’è il mieloma multiplo, cosa ci si può aspettare dalle cure e cosa sta facendo la ricerca Enzo Dino, regista torinese ha diretto “Tic Toc, la gentilezza del tempo”, film inedito da un’idea di GSK, la società farmaceutica internazionale GlaxoSmithKline, e DRMovie, casa di produzione cinematografica di Torino. Il docufilm che racconta le storie di pazienti interpretati da attori, con la testimonianza reale di medici e familiari, che sarà proiettato in occasione dell’incontro “Di che sangue sei?”, sabato 16 settembre al Mercato Centrale durante un appuntamento di anteprima di SaluTO Torino. Medicina e Benessere, che quest’anno si svolgerà sempre al Mercato Centrale sabato 14 e domenica 15 ottobre.  

Roberto Mina è una delle voci del film di Enzo Dino. “È stata un’esperienza interessante – commenta l’ematologo – perché mi ha offerto l’opportunità di riflettere, da una nuova prospettiva, sull’importanza della comunicazione con il paziente e sul potere curativo di un racconto scientificamente accurato ma divulgativo. Le esperienze e il vissuto del paziente sono elementi fondamentali del suo percorso di cura. La gravità della malattia e la frenesia del lavoro rischiano di far sì che il medico si focalizzi maggiormente sugli aspetti clinici, al fine di raggiungere il miglior risultato di cura, e meno sulla comunicazione e sull’impatto psicologico e sociale che malattia e cure hanno sul paziente. Riscoprire l’importanza di sapere chi è la persona che abbiamo davanti, cosa prova, qual è la sua vita, al di là della malattia, anche grazie a un film, può essere molto utile”. 

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium