/ Sanità

Sanità | 09 gennaio 2022, 13:15

Ricoverato per Covid un mese in ospedale, la testimonianza: "Non mi sono vaccinato ma fatelo, per favore fatelo" [VIDEO]

Una lunga intervista a Davide Goffredo, 48enne imprenditore che ci ha raccontato la sua drammatica esperienza con il Coronavirus. Una testimonianza da ascoltare fino in fondo

Davide Goffredo

Davide Goffredo

Davide Goffredo, imprenditore di origine torinese ma da tanti anni residente a Sanremo, ha voluto testimoniare quanto gli è successo contraendo il Covid a fine novembre scorso.

Un racconto a tratti molto crudo, nel quale Davide ci ha raccontato 40 giorni di vero e proprio terrore, vivendo la malattia all’ospedale di Sanremo. Ci ha detto di aver avuto paura del vaccino: “Sono stato un cagasotto” ha affermato durante l’intervista. Ma dopo si è ravveduto: “Pensavo si potesse prendere come una brutta influenza, ma oggi capisco che era una convinzione dettata dalla paura del vaccino. Non ero e non sono un ‘No vax’ ma ho avuto paura e oggi posso dire di essermi sbagliato”.

Davide ci ha raccontato sia le prime ore della malattia, quando pensava che fosse una semplice influenza ma anche, qualche giorno, dopo la corsa verso l’ospedale. Ci ha parlato della maschera: “Una esperienza terribile, che non auguro veramente a nessuno. Ma io sono stato pure fortunato, perché ho evitato la terapia intensiva. Ma ho visto quello che succede dentro, ho conosciuto persone che oggi non ci sono più”.

Ci ha raccontato come si vive dentro un ospedale da malato di Covid: “Devo tantissimo a molti operatori che mi hanno aiutato a livello di cure e anche psicologico perché, quando arrivi ad essere così grave cambia tutto. Io mi sentivo un ‘leone’ e caratterialmente fortissimo, ma quando sono entrato in ospedale e ho iniziato a capire cosa mi stava accadendo, sono cambiato tantissimo”.

Alla fine Davide ha fatto i ringraziamenti del caso e ha fatto le sue raccomandazioni: “Ho sbagliato a non riporre fiducia nel vaccino, che sicuramente farò tra tre mesi. Oggi la mia compagna lo ha già fatto e non posso far altro che dire una sola cosa: vaccinatevi, vaccinatevi e vaccinatevi. Se lo avessi fatto non avrei passato questi 40 giorni drammatici, forse mi sarei ammalato ma non così. In più ora sono anche costretto a vivere come un ‘disabile’, attaccato all’ossigeno”.

L’intervista è a tratti molto toccante e ci fa capire cosa significa ammalarsi di Covid in modo grave e la testimonianza di Davide è da ascoltare fino in fondo per capire con precisione quello che ha passato lui e molti altri come lui.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium