/ Sanità

Sanità | 08 giugno 2021, 08:12

Battuta d'arresto per il Covid, si smontano le tende militari all'ospedale di Chivasso

l'Asl To4L ha provveduto allo svuotamento e alla sanificazione della tensostruttura e in questi giorni sta rimuovendo le strutture esterne

Battuta d'arresto per il Covid, si smontano le tende militari all'ospedale di Chivasso

Lo smontaggio delle tende

La sensazione deve essere quella che si provava tanti anni fa. Quando i soldati abbandonavano i campi militari perchè la guerra era finita. Una sensazione di libertà, che ha un po' il sapore della rinascita. Di quelle che ti fanno dire "finalmente va tutto bene".

Sono infatti iniziate in questi giorni le operazioni di smontaggio delle due tende militari nel parcheggio dell'ospedale a Chivasso, utilizzate per la cura dei pazienti Covid a medio - bassa intensità. Erano state installate lo scorso 1° novembre e andavano ad aggiungere 28 nuovi posti letto.

La scorsa settimana, l'Asl To4L ha provveduto allo svuotamento e alla sanificazione della tensostruttura e in questi giorni sta rimuovendo le strutture esterne alla tenda. Nei prossimi giorni, invece, l'Esercito provvederà allo smontaggio. 

Si liberano quindi nuovi posti auto per i cittadini e per gli utenti dell'ospedale, che nel corso dei mesi avevano lamentato la carenza di parcheggi. Lo stesso Nursind, sindacato delle professioni infermieristiche aveva chiesto di trovare una soluzione. 

Giuseppe Summa, segretario provinciale, aveva anche scritto una lettera al sindaco di Chivasso, Claudio Castello, ed all'ormai ex commissario dell'Asl To4, Luigi Vercellino. 

"Da quando infatti è stata piazzata la tenda militare ad utilizzo dei pazienti covid, i posti auto a disposizione dei dipendenti e dei cittadini si sono praticamente dimezzati - diceva Summa -. Come se non bastasse l'accesso di corso Galileo Ferraris è consentito solo ed esclusivamente per il pronto soccorso e in questo modo i parcheggi limitrofi risultano decisamente distanti rispetto all'ingresso principale".

I cittadini si sono ritrovati spesso a parcheggiare anche in zone non consentite, come nei pressi della rotatoria, con conseguente disagio per la viabilità. "Per non parlare del fatto che i dipendenti che continuano comunque a pagare un abbonamento annuale senza avere la sicurezza di un posto auto...".

 

a.g.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium