/ Eventi

Eventi | 23 maggio 2024, 15:48

Il Festival del Gelato gioca il terno. E punta sul gusto speciale per combattere la violenza sulle donne

Si chiama "Scarpetta rossa" la proposta che rappresenta la novità della tre giorni che si tiene a Rivara, dal 31 maggio al 2 giugno. Coppa: "Vetrina per un settore da 140 milioni in tutto il Piemonte"

gelato

Coppa: "Vetrina per un settore da 140 milioni in tutto il Piemonte"

Tre giorni da golosi. Più precisamente, golosi di gelato. A Rivara si rinnova l'appuntamento con il Festival del Gelato italiano, terza edizione di un evento che richiama professionisti gelatai da tutto il Paese. Sono in tutto 12 i maestri, in rappresentanza di 8 regioni, ma i numeri contano anche su 5 chef per la cena gourmet che abbinerà il gelato ai piatti e ai vini canavesani. 

Gelato: un giro d'affari da 140 milioni all'anno, in Piemonte

"Una volta il gelato era una questione stagionale - spiega Maria Luisa Coppa, presidente di Ascom Torino e provincia - e riguardava soprattutto i bambini. Ora anche gli adulti sono forti consumatori, tanto che in Italia si spendono 1,7 miliardi di euro all'anno in gelato, mentre in Piemonte il giro d'affari è di 140 milioni di euro, con 778 laboratori, di cui 581 specializzati in produzioni artigianali. E i giovani sono sempre più attratti da questo tipo di impresa".

Un calendario scandito da workshop, esibizioni, show cooking e momenti divulgativi, che possono contare anche sulla presenza di 15 Maestri del gusto e 30 espositori in rappresentanza del mondo street food.

Un gusto per combattere la violenza sulle donne

Tra le novità di quest'anno, spicca il gusto "Scarpetta rossa" per sensibilizzare i consumatori sulla lotta alla violenza sulle donne. È stata studiata in collaborazione con Maria Valeria Ropelato, farmacista specializzata in oli essenziali biologici a uso alimentare. La ricetta sarà poi donata ad Ascom, che potrà distribuirla alle gelaterie che vorranno diffondere il messaggio, in cambio di un'offerta per qualche associazione attiva nel settore.

Ma torna anche il gelato pensato per i cani. E ancora: gelati per bambini, gelati ottenuti con latte d'asina e senza zuccheri aggiunti. 

La cornice, ancora una volta, sarà il parco di Villa Ogliani. In cabina di regia, anche quest'anno, Associainsieme (che raccoglie dieci associazioni di Rivara ed è presieduta da Luciano Gays), il Comune e il patron della manifestazione, Marco Nicolino, gelataio di Rivarolo Canavese. A dare supporto, il mondo di Ascom. 

Negozi aperti per la prima volta

"In questi anni ci stiamo facendo conoscere - dice il sindaco di Rivara, Roberto Andriollo - creando un'attenzione che vada oltre il periodo del Festival. È un paese molto bello, visitabile e speriamo presto di poter tornare a godere anche del castello. Chi vorrà, tra un gelato e un altro, potrà magari fare un giro per il nostro Comune. Anche perché quest'anno sono riuscito a convincere tutti i negozi a tenere aperto".

"Non vuole essere una competizione, ma uno sforzo collettivo di condivisione - dice Nicolino -. Sul gusto, in questi giorni completeremo la realizzazione: sarà rosa, su base lampone. Vuole essere uno spunto di riflessione per chi lo assegnerà, tra protezione e senso di forza interiore".

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium