/ Politica

Politica | 20 settembre 2022, 08:26

Il Pd incontra gli operai Iveco, Lepri: “Le nostre proposte per una maggiore attenzione ai lavoratori” [VIDEO]

Dal salario minimo al contrasto al lavoro sfruttato, passando per una quattordicesima. Il candidato alla Camera nel Collegio di Torino (Circoscrizioni 3,4,5,6) spiega il programma del Pd sul tema del lavoro

Stefano Lepri

Lepri incontra gli operai dell'Iveco: "Queste le proposte del Pd per il lavoro"

Lavoro e sostegno alla politica industriale. Sono questi i temi affrontati da Stefano Lepri, candidato Pd alla Camera nel Collegio di Torino (Circoscrizioni 3,4,5,6), insieme all’onorevole Debora Serracchiani, durante l’incontro con gli operai dell’Iveco, avvenuto davanti ai cancelli dello stabilimento di via Puglia.

Un’accoglienza “rispettosa”, come affermato dallo stesso Lepri, con gli operai che hanno colto la volontà del Partito Democratico di riservare un’attenzione sempre maggiore ai lavoratori. “Il nostro programma - spiega Lepri - è molto chiaro: innanzitutto il contrasto al lavoro povero. Il nostro obiettivo è riconoscere una quattordicesima già nel 2022, soprattutto per contrastare l’inflazione”.

Poi - prosegue il candidato - il contrasto al lavoro sfruttato: stop alle cooperative pirata, sì all’applicazione di contratti collettivi nazionali di lavoro siglati dalle organizzazioni maggiormente rappresentative”.

Un altro punto fondamentale del programma illustrato agli operai da Lepri e Serracchiani è quello relativo al salario minimo: “E’ una misura che ci vede favorevoli, soprattutto laddove non vi siano contratti collettivi nazionali di lavoro”.

Ma non dimentichiamo il contrasto al lavoro nero, attraverso l’applicazione integrale del Durc (Documento unico di regolarità contributiva), che già con successo è stato applicato in edilizia” ribadisce Lepri.

Di certo, la mano tesa ai lavoratori non può prescindere da una forte politica industriale. Una politica fatta di idee chiare e strategie ben precise. Per il Pd, tre i punti cardine da portare avanti. A illustrarli è Lepri: “Contrasto alle delocalizzazione e tutela e difesa dei nostri gioielli italiani, evitando la loro svendita. Un altro tema è poi quello relativo alla necessità di colmare le carenze di figure tecniche che impediscono alle aziende di trovare risorse umane, soprattutto figure giovani che se opportunamente formate possono trovare un lavoro qualificato e importante”. Da qui la proposta di un potenziamento degli istituti tecnici e della formazione professionale.

 

 

In ultimo, ma non in ordine di importanza, il rafforzamento delle filiere produttive torinesi, al fine di renderle più. competitive. “Penso, nel caso di Torino, all’esigenza di favorire fusioni o collaborazioni nella componentistica motoristica. E’ un esempio di come si può fare politiche industriali. Ci impegneremo per questo e per tutelare i nostri lavoratori” conclude Lepri.

comunicazione politico elettorale

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium