/ Politica

Politica | 13 luglio 2022, 13:55

Gavazza (Lega): "Incidenti come quello sul ponte Sant’Anna non devono più accadere"

"Si tratta di un’opera strategica tra Torinese e Vercellese”

gianluca gavazza

Gavazza (Lega): "Incidenti come quello sul ponte Sant’Anna non devono più accadere"

Questa mattina sul ponte Sant’Anna che unisce Verolengo e Crescentino e le province di Torino e Vercelli è avvenuto un incidente tra due camion che procedevano in senso opposto di marcia. A causa della stretta carreggiata, uno degli autisti ha frenato per evitare lo scontro frontale. Il carico di lamiere è così scivolato fuori dal pianale causando la ferma del mezzo, la chiusura veicolare del ponte e il pronto intervento dei Carabinieri di Verolengo, della Polizia Stradale di Chivasso e dei Vigili del Fuoco.

"Ennesimo e speriamo ultimo incidente, fortunatamente senza conseguenze fisiche per i due autisti di camion, ma con sospensione della circolazione in entrambe le direzioni sia per Casale Monferrato che per Chivasso - commenta il consigliere regionale leghista del territorio Gianluca Gavazza - L’infrastruttura è un’opera strategica tra Torinese e Vercellese. Grazie anche alla promessa del raddoppio del Ponte Sant'Anna, fatta del presidente della Regione Alberto Cirio durante la sua visita allo stabilimento Versalis, incidenti come questo non capiteranno più. Gli accadimenti odierni sono ancora una volta la dimostrazione di quanto sia necessario l'ampliamento di carreggiata del ponte sulla Dora”.

La realizzazione del ponte sulla Dora Baltea, sulla strada provinciale 31bis che attraversa Verolengo ai confini con il comune di Crescentino, è un’opera di rilevante importanza, della quale si discute già dai primi anni 2000 sia sul fronte di una nuova viabilità sia su quello della necessità di mettere in sicurezza quella esistente - spiega nel dettaglio il consigliere regionale Gianluca Gavazza - L’intervento prevede il consolidamento del ponte costruito tra il 1884 e il 1886, che verrà utilizzato con un unico senso di marcia per il traffico in direzione di Verolengo, mentre una nuova infrastruttura lo affiancherà per accogliere il transito dei mezzi che percorreranno la direzione opposta. Un vero e proprio raddoppio del ponte storico che comporterà anche l’adeguamento della provinciale a monte e a valle per un tratto di circa un chilometro e mezzo. Un intervento atteso ormai da quasi mezzo secolo che finalmente diventerà realtà”.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium