/ Cronaca

Cronaca | 08 settembre 2021, 13:20

Emergenza in Afghanistan: il Comune di Chivasso mette a disposizione 6 posti per i profughi

La richiesta del sindaco arriva dopo la comunicazione fatta al Prefetto di Torino nei giorni scorsi

Emergenza in Afghanistan: il Comune di Chivasso mette a disposizione 6 posti per i profughi

Foto di repertorio

Dopo la comunicazione di disponibilità, già espressa al Prefetto di Torino dall’Amministrazione comunale, il Sindaco Claudio Castello, ha sottoscritto, nella giornata di oggi, mercoledì 8 settembre, la richiesta ad incrementare la disponibilità di posti a favore di profughi afghani, nel progetto SAI - Sistema di Accoglienza e Integrazione (ex SPRAR) del Comune di Chivasso, per l’annualità 2021/2022.

La decisione è stata espressa con la Deliberazione di indirizzo n.168 approvata dalla Giunta Municipale il 2 settembre e fa riferimento all’intenzione, da parte del Ministero dell'Interno, di pubblicare, prossimamente, un avviso per l'ampliamento dei posti dei progetti SAI categoria ordinaria, al fine di poter far fronte all'accoglienza dei cittadini afgani in fuga dal loro paese.

Con tale provvedimento dell’Amministrazione comunale ha determinato la consistenza dell’incremento corrispondente a n° 6 posti, da individuarsi nell’ambito dei nuclei parentali, preferibilmente costituiti da madre e figlio/figli ed è stato conferito al Responsabile dei Servizi Demografici e Cimiteriali, nella sua qualità di responsabile comunale del Progetto SAI, di rafforzare le sinergie avviate sul territorio con i cosiddetti enti gestori, soggetti del terzo settore che contribuiscono in maniera essenziale alla realizzazione degli interventi, nonché con enti di culto o altre organizzazioni non profit che vogliano fornire o estendere accoglienza, ospitalità ed assistenza ai profughi.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium