/ Cronaca

Cronaca | 12 luglio 2021, 15:29

Incendio alla Darkem di Scarmagno, rinvio a giudizio per i fratelli accusati di aver causato il rogo

Durante le operazioni di spegnimento rimasero ferite anche vigili del fuoco e forze dell'ordine

Incendio alla Darkem di Scarmagno, rinvio a giudizio per i fratelli accusati di aver causato il rogo

Andranno a processo il prossimo 22 novembre, Giuseppe e Davide D'Arco, 47 e 35 anni, i fratelli di Romano Canavese accusati di aver causato l'incendio alla Darkem di Scarmagno il 30 maggio 2016. A stabilirlo, questa mattina, lunedì 12 luglio, è stato il Gip del Tribunale di Ivrea, Marianna Tiseo. Per loro ha disposto il rinvio a giudizio.

Oltre all'accusa di aver appiccato l'incendio, dovranno anche rispondere dell'accusa di lesioni: durante le operazioni di spegnimento del rogo rimasero infatti feriti sette vigili del fuoco, tre poliziotti, due carabinieri e anche due residenti della zona. 

La Darkem era un'azienda che si occupava dello stoccaggio di sostanze chimiche ad alto rischio. I due fratelli lavoravano all'interno dell'azienda, all'epoca dei fatti gestita dal padre Domenico, già deceduto. 

 

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium