/ Attualità

Attualità | 03 aprile 2021, 08:32

Consegnate le uova di Pasqua solidali ai piccoli pazienti del Martini e dell'ospedale di Ciriè

L'associazione Croce Argento Italia: "Un segnale di vicinanza per alleviare le sofferenze di questi bambini"

consegna uova solidali

uova di Pasqua solidali ai pazienti del Martini e dell'ospedale di Ciriè

Sono state consegnate ieri, venerdì 2 aprile, le uova di Pasqua solidali ai pazienti dei reparti di Pediatria dell'Ospedale di Ciriè e del Presidio Ospedaliero Martini di Torino, da parte dell'Associazione Croce Argento Italia.

Alla presenza dei Direttori di Struttura, dei Coordinatori Infermieristici e dei sanitari, il Presidente di Croce Argento Italia, Benedetto Tarantino, assieme alla rappresentanza del Consiglio Direttivo, hanno donato le uova di cioccolato da consegnare ai piccoli degenti dei reparti ospedalieri. "Abbiamo realizzato questo progetto perché volevamo esserci nonostante il periodo pandemico e desideravamo regalare un sorriso ai piccoli ricoverati", ha spiegato il Presidente, aggiungendo che "nel contempo volevamo ringraziare tutti gli operatori sanitari, nessuno escluso, che soprattutto in questo periodo, si stanno adoperando per alleviare le sofferenze di questi bambini".

"Nei loro occhi e nelle loro parole, oggi, ho notato, però, tanta gioia. Volevamo donare una emozione, in un momento importante come il ricovero in una pandemia". Ma si è fatto di più: nel pomeriggio, Croce Argento Italia, con Sede a Ciriè in Via Banna 14, ha aperto le porte (in sicurezza e in linea con quanto stabilito normativamente) a un nutrito gruppo di ragazzi e ha loro donato un uovo di Pasqua ciascuno, dopo aver spiegato loro lo spirito associativo e l'importanza della presenza giovane in una associazione di volontariato.

"I giovani sono il nostro futuro" chiosa Tarantino "a loro deve essere consegnata una società con valori e, per noi, i giovani rappresentano proprio questo. Il nostro obiettivo è l'inclusione sociale, sviluppando le capacità personali di ogni giovane. Ecco perché ci siamo; rispondiamo al futuro con giovani consapevoli, generando comportamenti positivi". In un momento pandemico e di emergenza, queste parole risuonano come segno di speranza.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium