/ Cronaca

Cronaca | 13 gennaio 2021, 14:05

Protesta sul Deposito per le scorie nucleari: i Comuni di Rondissone, Caluso e Mazzè organizzano un Consiglio comunale congiunto

La seduta, organizzata all'oratorio Sant'Andrea di Caluso, verrà trasmessa in diretta streaming sul social Facebook

Consiglio comunale congiunto per i Comuni di Caluso, Mazzè e Rondissone

Foto di repertorio

Non si ferma la lotta delle amministrazioni comunali di Rondissone, Caluso e Mazzè contro il possibile arrivo del Deposito Nazionale dei rifiuti nucleari.

La settimana scorsa, Sogin, la Società di Stato incaricata dal Governo che si occupa della dello smantellamento degli impianti nucleari italiani e dello smaltimento dei rifiuti radioattivi ha infatti pubblicato la Cnapi, la Carta nazionale delle aree considerate idonee ad accogliere i rifiuti nucleari di bassa e media intensità che il nostro paese ancora produce. 

Tra i territori considerati favorevoli all'insediamenti anche una vasta area tra i tre Comuni canavesani, che dopo aver fatto sentire a gran voce il proprio "no" hanno deciso di passare ai fatti. E così domani, giovedì 14 gennaio, alle 19, all'oratorio Sant'Andrea di Caluso, i tre sindaci (Antonio Magnone di Rondissone, Marco Formia di Mazzè e Maria Rosa Cena di Caluso) si incontreranno per un Consiglio comunale straordinario in seduta congiunta stabilire quali saranno le prossime misure da adottare. 

A causa delle restrizioni dovute al periodo di pandemia il Consiglio Comunale non sarà aperto al pubblico ma verrà trasmesso in diretta streaming su Facebook.

Lunedì i sindaci hanno anche avuto un incontro online con la Città metropolitana, Regione ed i parlamentari piemontesi. 

Antonia Gorgoglione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium