/ Cronaca

Cronaca | 17 aprile 2020, 13:15

Il Coronavirus spegne il motore dell'auto: il mercato europeo crolla, Fca fa peggio

Secondo i dati elaborati dall'Acea, Fiat Chrysler ha visto scendere le immatricolazioni nel mese di marzo di quasi il 75% mentre il settore nel suo complesso è calato di quasi il 52%

Il Coronavirus spegne il motore dell'auto: il mercato europeo crolla, Fca fa peggio

Chiusi in casa, in pochi hanno pensato di cambiare auto. Ecco perché, nel mese più toccato dall'epidemia del Coronavirus, il mercato delle quattro ruote ha frenato come mai prima d'ora.
Lo dicono gli ultimi dati elaborati dall'Acea, associazione dei costruttori europei, che ha stimato nel 51,8% la diminuzione di immatricolazioni nel corso del terzo mese dell'anno in tutta Europa, compreso il Regno Unito. Quasi un milione di vetture in meno sul mercato. Le auto vendute nell'intero trimestre sono state poco più di tre milioni, con un calo del 26,3%.

Ma in uno scenario già complesso, Fiat Chrysler ha dovuto registrare numeri ancora peggiori, con un calo nel trimestre addirittura del 74,4%. In tutto, le vetture sono state poco più di 27.300, per una quota di mercato pari al 3,2%.
Le auto vendute dal Lingotto da gennaio sono state 170.300, con un calo del 34,5%.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium