/ Politica

Politica | 05 maggio 2024, 11:10

Regionali, Schlein a Pentenero: "Ultimo mese da passare in mezzo alla gente per ridare speranza"

La Segretaria nazionale si è connessa dal treno alla presentazione del programma. Pentenero: "Vogliamo vincere". Bonaccini: "So che ti batterai come una leonessa"

Elly Schlein

Elly Schlein

Si apre sulle note di “Gianna” di Rino Gaetano la presentazione del programma elettorale della candidata presidente del centrosinistra Gianna Pentenero, questa mattina all’Enviroment Park. Nella sala del centro ambientale di corso Umbria è presente tutto il popolo del Partito Democratico, ma non solo.

I presenti

I civici di “Pentenero Presidente” guidati da Mario Giaccone e Giorgio Giardina, accanto a quelli di “Piemonte, Ambientalista e Solidale. Pentenero Presidente” di Giorgio Bertola ed Elena Apollonio, gli esponenti di Alleanza Verdi Sinistra ed infine i riformisti di Italia Viva e Radicali. Cinque liste a cui si aggiungerà la sesta, il listino del Presidente.

Schlein: "Giorni da passare in mezzo alla gente"

E la sorpresa più grande è sicuramente quella fatta dalla Segretaria Nazionale del Pd Elly Schlein, che si è collegata dal treno in videochiamata: “Mando un grande abbraccio, saluto e ringraziamento a Pentenero per essersi messa a disposizione della collettività per cambiare il Piemonte”. “Abbiamo pochi giorni – ha aggiunto – e nulla va dato per scontato. Sono giorni da passare in mezzo alla gente per ridare una speranza di futuro migliore, dopo il disastro degli ultimi 5 anni che Cirio ha fatto sulla sanità”.

Si allungano – ha sottolineato Schlein - le liste d’attesa: chi ha un portafoglio gonfio le salta, mentre chi fa parte del ceto medio sta rinunciando a curarsi. Sono più di 4 milioni gli italiani che hanno dovuto rinunciare alla cure”. E dopo la sanità, la Segretaria Nazionale ha fatto un passaggio sul lavoro. “Ci sono 5 milioni di persone - ha proseguito - che aspettano il rinnovo del contratto di lavoro: quando questo viene rinnovato non basta, a fare fronte al calo del potere d'acquisto . "Verrò presto anch'io naturalmente a trovarvi" ha concluso la Segretaria.

Pentenero: "Vogliamo vincere"

La prima a salire sul palco è Pentenero, che ha rilanciato l’invito a non considerare Cirio vincitore in partenza: “La pagina – ha detto – non è scritta e abbiamo due obiettivi: scrivere questa pagina che vogliamo vincere, oltre ad intercettare quel 50% di persone che hanno deciso che andare a votare non serve a nulla”.

E dopo l’astensionismo, la candidata Presidente è tornata a parlare di sanità citando il partigiano ed ex assessore regionale Sante Bajardi, scomparso lo scorso ottobre. “Bajardi diceva che la sanità aveva bisogno di programmazione, di un governo che sapesse rispondere alle esigenze di un sistema sanitario pubblico. Nel 2019, secondo i livelli Lea, la sanità piemontese era al primo posto: oggi siamo al settimo”. 

Rossi: "Nuovo piano sociosanitario ed un piano straordinario di assunzioni"

Sul tema è intervenuto anche il Segretario Regionale del Pd Domenico Rossi:In questi anni sono aumentate le disuguaglianze ed ingiustizie: la sanità è il campo di battaglia più importante”. “Ogni giorno – ha aggiunto -assistiamo a discriminazioni inaccettabili: chi può pagare si cura, chi no rinuncia. Questo programma, oltre ad essere una denuncia, è anche un annuncio: tra le priorità un nuovo piano sociosanitario ed un piano straordinario di assunzioni”.

“Noi dobbiamo fare attenzione perché il rischio che  corriamo e pensare che, quando abbiamo idee buone, basti: che questo porti le persone a condividerle con noi. Facciamo in modo che ci da il voto incontri donne e uomini appassionati” ha concluso Rossi.

Lo Russo: "Pentenero è forte se siamo forti noi"

A scandire il conto alla rovescia verso l’appuntamento elettorale dell’8 e 9 giugno è stato il sindaco Stefano Lo Russo: “Trentaquattro giorni ci separano dalle elezioni”. “Gianna Pentenero – ha aggiunto, ricordando come i pronostici elettorali iniziali della Comunali lo dessero come perdente contro Paolo Damilano del centrodestra – è forte se siamo forti noi e le stiamo vicino”.

Bonaccini: "Gianna ti batterai come una leonessa"

A chiudere gli interventi il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini, capolista per il Nord Est alle Europee. “Gianna – ha detto in video collegamento dalla macchina - ti conosco da tanti anni e non ho dubbi che ti batterai come una leonessa per fare il meglio possibile”. “Non ho dubbi – ha aggiunto -che potrete fare un grande risultato: ti ringrazio per la tua battaglia in difesa della sanità pubblica”.

Quando tu eri candidato alle Regionali, – ha replicato Pentenero, all’indirizzo di Bonaccini - sei riuscito a sconfiggere una destra a cui davano dieci punti di vantaggio: oggi abbiamo una destra-destra”.  “Il tuo esempio e determinazione – ha concluso la candidata Presidente - me le porterò in queste giornate, insieme a queste splendide donne e uomini, e sapremo dire che ci sono delle regioni che ce l’hanno fatta”.

Cinzia Gatti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium