ELEZIONI REGIONALI
 / Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 04 maggio 2024, 06:16

Giro d'Italia, ecco le limitazioni al traffico delle strade extraurbane e nei Comuni del Torinese

Non solo nel centro città: i disagi alla circolazione riguarderanno anche Venaria, Moncalieri, la collina, Chivasso e vari paesi della cintura torinese, che vedranno il passaggio della Corsa Rosa

Giro, le limitazioni al traffico delle strade extraurbane e nei comuni della cintura

Giro, le limitazioni al traffico delle strade extraurbane e nei comuni della cintura

Sabato 4 e domenica 5 maggio la partenza del Giro d’Italia dal Piemonte comporta rilevanti modificazioni alla transitabilità delle strade di competenza della Città metropolitana di Torino. La tappa Venaria Reale-Torino partirà alle 13,50 di sabato 4 dai giardini della Reggia di Venaria, mentre il transito del primo corridore sul traguardo finale nei pressi della Gran Madre in corso Moncalieri è previsto tra le 17,15 e le 17,30.

Prima della partenza, tra le 12,30 e le 13,45, Venaria sarà chiamata a vivere la sua festa rosa, con la cerimonia del foglio firma e la possibilità per il pubblico di salutare i protagonisti del Giro 2024, primo fra tutti Tadej Pogačar, che insegue il sogno dell’accoppiata Giro-Tour. Prima di approdare a Torino la carovana del Giro transiterà a Borgaro Torinese intorno alle 14 e proseguirà verso Mappano, Leini, Volpiano, Brandizzo, Chivasso, San Sebastiano da Po, Casalborgone, Berzano di San Pietro e Castelnuovo Don Bosco.

Sono molte quindi le modifiche e le limitazioni alla circolazione, sia a Venaria e Borgaro che lungo tutto il percorso. La circolazione sarà sospesa dalle 12 alle 16 lungo la Strada Provinciale 1 delle Valli di Lanzo dal km 9+555 al km 11+240, lungo la Provinciale 501 della Reggia dal km 0 al km 4+337 e lungo la diramazione 1 della Provinciale della Reggia-circonvallazione di Borgaro dal km 0 al km 1+985. La cronotabella della tappa prevede il transito sulle Strade Provinciali 711 a Borgaro, 267 a Mappano e Leini, 40 a Leini, 39 a Volpiano, 220 a Brandizzo, 11 diramazione 4 a Chivasso, 458 a San Sebastiano da Po, 102 a Casalborgone.

L’Ordinanza emanata dal Prefetto di Torino prevede che le strade saranno chiuse al traffico due ore e mezza prima del passaggio della corsa e sono previsti presidi delle forze dell’ordine e delle Polizie Municipali agli incroci e agli svincoli della Tangenziale che consentono l’accesso ai tratti stradali chiusi al traffico. Dopo lo sconfinamento in Provincia di Asti a Berzano di San Pietro e Castelnuovo Don Bosco, la corsa rientrerà nel territorio della Città metropolitana di Torino percorrendo la Provinciale 119 a Moriondo Torinese, la 122 a Sant’Anna di Andezeno, via Roma a Baldissero Torinese, via Superga al Pilonetto, via dei Colli a Superga, le vie Torino ed Eremo a Pino Torinese, la Provinciale 125 a Pecetto e Revigliasco, via del Castello e strada Torino a Moncalieri.

Limitazioni al traffico sono ovviamente previste anche domenica 5 maggio per la tappa del Giro che prenderà le mosse alle 12,55 dal velodromo Francone di San Francesco al Campo e si concluderà al Santuario di Oropa. La carovana rosa transiterà a Ciriè (via San Maurizio, corso Nazioni Unite e via San Carlo), in località Centro di San Francesco al Campo (Strada Provinciale 13), a Front Canavese (Provinciale 36), Favria (Provinciale 13), Rivarolo Canavese (corso Italia-Strada Provinciale 222), Ozegna (via fratelli Berra-Strade Provinciali 51 diramazione e 53), San Giorgio Canavese (Provinciale 53), Caluso (via Vittorio Veneto-Strada Provinciale 595) e al ponte di Mazzè, per poi entrare in provincia di Vercelli a Cigliano.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium