/ Politica

Politica | 29 aprile 2024, 15:26

Regionali, UDC e PLI con Forza Italia a sostegno di Cirio. Zangrillo: "Condividono i nostri valori"

Sono quattro i candidati dell'Unione di Centro e una del Partito Liberale che correranno con Forza Italia formando la "Casa dei Moderati" voluta da Berlusconi

Persone davanti a simboli elettorali

Pli e Udc in squadra con Forza Italia verso le Regionali del Piemonte

Forza Italia, UDC e PLI: c'è l'accordo per le regionali. A sostenere il governatore uscente, Alberto Cirio, ci saranno anche l'Unione di Centro e il Partito Liberale, che inseriranno i propri candidati all'interno della lista del partito di Berlusconi con cinque nomi totali. Svelato anche il logo, che vede le sigle UDC e PLI sotto le scritte al centro "Forza Italia", "Berlusconi" e "Cirio", mentre nella parte superiore "Partito popolare europeo" ricorda il gruppo di appartenenza a Strasburgo.


A presentare l'accordo elettorale sono stati, questa mattina nella sede di Forza Italia a Torino, il Ministro della Pubblica Amministrazione e segretario regionale di Forza Italia, Paolo Zangrillo con il segretario regionale dell’Udc, Paolo Greco Lucchina e il segretario nazionale del Pli, Roberto Sorcinelli. "Sono felice di poter confermare oggi questi accordo elettorale con Udc e Pli - ha commentato Zangrillo -, gli elettori hanno bisogno di essere rassicurati. In queste settimane c'è stato un intenso lavoro finalizzato a trovare accordi possibili con forze politiche che condividono i nostri valori, per poi trovare candidati che non considerino la politica come un hobby ma che si impegnino e che condividono i nostri valori. Dobbiamo affrontare la campagna elettorale non dando niente per scontato, mi fa piacere che alcuni giornali diano per scontato il risultato di Alberto [Cirio, ndr] ma dobbiamo affrontare questi 40 giorni con una campagna elettorale seria. Puntiamo ad avere qualche consigliere in più rispetto alla scorsa elezione e magari qualche assessorato. Quello che ci interessa è la capacità di mettere persone giuste al posto giusto che abbiano competenze".

Marina Zannini sarà la candidata del Partito Liberale, presentata dal segretario nazionale Sorcinelli che ha dichiarato: "La tradizione liberale è sempre stata davvero importante in Piemonte a cominciare da Luigi Einaudi per finire con Raffaele Costa, questi valori sono fondamentali e vogliamo portare questa tradizione nel prossimo Consiglio Regionale. Questo accordo riporta il nostro nome nel logo ed è uno snodo cruciale per il partito, grazie agli amici di Forza Italia e UDC che hanno deciso di dare la giusta rilevanza e ricordare con la nostra presenza la forte tradizione liberale piemontese e riportarla a rivivere nuovi fasti".

I candidati espressi dall'UDC sono invece l'ex consigliere regionale eletto con la Lega Claudio Leone, Loredana Muci, Natale Ubaldo Cacciola e Matteo Doria. "Essere inclusivi in politica è una forza - ha commentato il segretario regionale Greco Lucchina - e attualmente non c'è nessun partito con questo atteggiamento. UDC darà il suo contributo come ha sempre fatto, c'è una scelta condivisa insieme a Forza Italia".

"Riproponiamo oggi, dopo l'esperienza delle comunali di Torino, il progetto di un grande partito moderato - ha spiegato il vicepresidente del Gruppo al Senato di Forza Italia Roberto Rosso - che Berlusconi chiamava la Casa dei moderati".

Francesco Capuano

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium