/ Attualità

Attualità | 15 marzo 2024, 18:36

Le Portinerie di Comunità "invadono" anche il Canavese: aperte 3 nuove sedi a Cuorgnè, Pont e Valperga

Il progetto della Rete Italiana di Cultura Popolare esce nuovamente dal territorio cittadino per portare i suoi servizi di prossimità all'interno di due biblioteche civiche e di una scuola

Le Portinerie di Comunità "invadono" anche il Canavese: aperte 3 nuove sedi a Cuorgnè, Pont e Valperga

Le Portinerie di Comunità "invadono" anche il Canavese: aperte 3 nuove sedi a Cuorgnè, Pont e Valperga

La rete delle Portinerie di Comunità si arricchisce di tre ulteriori punti uscendo nuovamente dal territorio cittadino: grazie alla collaborazione con il Consorzio Ciss38, la rete delle biblioteche, la Fondazione Committo, 26 comuni e 5 valli del Canavese, infatti, il progetto della Rete Italiana di Cultura Popolare ha aperto nuove sedi a Cuorgnè, Pont e Valperga.

Le Portinerie in Canavese

Le nuove Portinerie sono situate presso le biblioteche civiche di Cuorgnè e di Pont Canavese e all'interno della scuola di formazione CIAC e portano il proprio patrimonio di servizi di prossimità come già fatto nelle sedi di Torino: tra questi, figurano la richiesta di SPID, il rinnovo dei passaporti, servizi per migranti grazie alla collaborazione con cooperative e associazioni del territorio nell'ambito del progetto “Passi Montani” e incontri psicologici ed educativi per il contrasto alla povertà culturale. Attraverso il progetto “Facilitazione Digitale” della Regione, inoltre, saranno presenti 3 punti di educazione digitale.

Un modello di comunità

L'obiettivo generale della Rete è quello di esportare un modello di comunità: “Le Portinerie - ha sottolineato la presidente Chiara Saraceno – sono luoghi di inciampo e incontro dove attuare un lavoro comune creando nodi e reti in cui ci si rafforza e si apprende reciprocamente. Questo modello funziona e corrisponde a un metodo di lavoro: ci auguriamo che possa trasformarsi in politiche pubbliche che uniscono il welfare sociale a quello culturale; siamo contenti di aver aperto in biblioteca e a scuola perché ci permette di renderle luoghi aperti alla comunità”.

Marco Berton

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium