/ Cultura

Cultura | 29 ottobre 2023, 07:45

Teatro: il Garybaldi di Settimo riparte da Paolini, Rossi, Dante, Odifreddi e "le solite stronze"

Undici appuntamenti fino a maggio per una molteplicità di linguaggi che si intrecciano dando corpo alle parole. L'apertura tocca a Rocco Schiavone, poi Elena Ruzza, Mariella Fabbris e Raiz. In chiusura, Comme d'habitude porta in scena "Un giorno ancora"

Il tango delle Capinere di Emma Dante, in programma il 21 maggio 2024

Il tango delle Capinere di Emma Dante, in programma il 21 maggio 2024

Il tema è “Senza limiti e confini”, i protagonisti sono grandi nomi come Emma Dante, Marco Paolini, Piergiorgio Odifreddi e Paolo Rossi. Stiamo parlando della nuova stagione del Teatro Garybaldi, vera e propria istituzione di Settimo Torinese, ma da sempre anche un teatro in grado di portare nel nostro territorio produzioni e nomi di livello nazionale.

Il titolo del cartellone è certamente un omaggio a Lucio Battisti, ma anche un manifesto in pillole: la sintesi del pensiero guida di una proposta che racchiude e rappresenta la visione dello spettacolo dal vivo della direzione artistica.

Abbiamo adottato un atteggiamento libero da sovrastrutture nel comporre la programmazione, scegliendo una molteplicità di linguaggi che si intrecciano per dare corpo alle parole, vita a riflessioni su temi profondamente innestati nel presente. Per ribadire ancora una volta la forza del teatro quale luogo privilegiato di confronto, dialogo, emersione del sommerso: un luogo dove lo stare insieme conferma una forza politica a cui non vogliamo rinunciare”, spiega la direzione artistica. "Abbiamo attinto alla letteratura, al teatro di narrazione, al teatro contemporaneo, mantenendo ancora una volta la musica come fil rouge che tesse la nostra personale trama. Storie per capire chi siamo e comprendere il tempo che viviamo. O per viaggiare in altri mondi e tempi”.

Il programma prevede 11 spettacoli, da novembre a maggio. Ad aprire le danze sarà un grande nome letteratura italiana, Antonio Manzini, che personificherà per l’occasione la sua più nota e amata creatura: il vicequestore Rocco Schiavone. In scena il racconto inedito Lo gran diluvio”, un’ironica e moderna interpretazione di un episodio della Genesi. Con lui sul palco l’attore Tullio Sorrentino (interprete di Brizio nella serie televisiva) e i musicisti Giovanni Cosma aka Moonari e Michele Mariola. Altrettanto affascinante il percorso drammaturgico fra parole e musica di El pelusa y la Negra con Simona Molinari e Cosimo Damiano Damato, che giovedì 23 novembre daranno vita a un dialogo visionario fra Diego Armando Maradona e Mercedes Sosa.

Nel nuovo anno si riprenderà con un appuntamento musicale dedicato a Sergio Bruni, voce simbolo della canzone e della musica napoletana del Novecento, celebrato da Raiz – leader degli Almamegretta e star della serie Mare Fuori – nel suo ultimo album Si ll’ammore è ’o ccuntrario d’ ’a morte, il 13 gennaio.

Venerdì 2 febbraio sarà la volta di Scorrettissimo me, il funambolico spettacolo di Paolo Rossi che unisce stand up a commedia dell’arte. Il 3 marzo sarà Carlotta Vagnoli - scrittrice, content creator, femminista intersezionale, attivista per i diritti delle donne e contro la violenza di genere – a portare in scena il monologo Le solite stronze.

Divina (9 marzo) è lo spettacolo con cui Mariella Fabbris e Ilaria Schettini festeggeranno i 30 anni di liaison artistica. Un torrenziale recital comico ispirato dall’amore incondizionato per il Teatro. Sempre a marzo, il 15, Marco Paolini porterà in scena Antenati, uno spettacolo insieme epico, ironico, comico. Il 20 aprile il Garybaldi ospiterà La musica dei numeri, conversazione matematico/sonora di Piergiorgio Odifreddi, con interventi anche musicali di Valentino Corvino. Il 18 maggio Elena Ruzza presenterà in prima assoluta Io so, spettacolo di teatro-inchiesta con la partecipazione straordinaria di Manlio Milani, Presidente dell’Associazione Familiari delle Vittime della strage di Piazza della Loggia.

A chiudere la stagione, martedì 21 maggio, sarà infine Il tango delle capinere di Emma Dante. Dalla fortunata Trilogia degli occhiali, con l’impareggiabile potenza che la contraddistingue, la regista palermitana raccoglie il capitolo Ballarini facendone uno spettacolo a se stante. Il tango delle capinere è la danza della vita di due innamorati, interpretati da Sabino Civilleri e Manuela Lo Sicco: sulle note di vecchie canzoni, icone di una generazione, si compone un mosaico dei ricordi, un’ode malinconica all’amore come antidoto alla solitudine. Uno spettacolo intriso di una forza misteriosa e arcaica che ci riporta alla matrice rituale del teatro, alla sua essenziale carnalità.

INFO: Teatro Garybaldi, via Partigiani 4, Settimo Torinese, tel. 0118028540, www.suoneriasettimo.it

Daniele Angi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium