/ Attualità

Attualità | 16 maggio 2023, 17:22

"Spazi verdi spazi vivi": a Chivasso piantumati 11 nuovi alberi intitolati alla memoria di persone scomparse

La cerimonia ufficiale in programma sabato 20 maggio, alle ore 10.30, nell’area verde di via Montegrappa e alle ore 12 nell’ex campo Enel

piantumazione alberi

"Spazi verdi spazi vivi": a Chivasso piantumati 11 nuovi alberi (foto di archivio)

Undici alberi sono stati piantumati a Chivasso grazie alla donazione di alcuni cittadini che intesteranno il proprio gesto alla memoria dei loro congiunti scomparsi. A sensibilizzare i chivassesi su nuove forme di collaborazione per arricchire il patrimonio arboreo della città era stato l’incontro pubblico dello scorso I dicembre dal titolo "Spazi Verdi, Spazi Vivi" per avviare percorsi di cittadinanza attiva attorno al bene comune del verde pubblico.

In quell’incontro è emersa la volontà di alcuni cittadini di donare piante arboree alla comunità, una proposta che sarà disciplinata a breve da un protocollo al quale stanno lavorando gli uffici comunali su indicazione dell’amministrazione. Quest’ultima ringrazierà pubblicamente le famiglie che hanno fatto queste donazioni sabato 20 maggio, rispettivamente alle ore 10,30 nell’area verde di via Montegrappa e alle ore 12 nell’ex campo Enel, scoprendo delle targhe commemorative. Nei due siti sono stati messi a dimora platani, carpini bianchi, lillà delle Indie e biancospini. “Siamo soddisfatti – ha detto il sindaco Claudio Castello – che si stia profilando un nuovo percorso in cui cittadini e amministrazione comunale uniscono le loro forze per implementare il verde pubblico che è bene di tutti. Accanto ai patti di collaborazione per attività di cura, recupero e gestione dei beni comuni che continuano ad essere attivi, su proposta dei cittadini, l’amministrazione comunale intende promuovere procedure semplici per donare alberi alla città. Un’idea virtuosa ed ecosostenibile – ha concluso il primo cittadino - che arricchisce il progetto Chivasso Bene Comune”. "Vorrei ringraziare le due famiglie – ha aggiunto l’assessore all’Ambiente Fabrizio Debernardi - che con il loro dono alla città, aprono una nuova prospettiva di cittadinanza attiva. Attraverso la donazione, ma anche con la pratica dei beni comuni, possiamo tutti tendere ad una città più vivibile, bella e nostra". 

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium