/ Politica

Politica | 16 maggio 2022, 10:48

Gavazza (Lega): "Il transito del primo treno prova sulla Chivasso-Asti segnale positivo per le comunità del territorio"

"Quello che sembrava un sogno nel 2020, oggi sta prendendo forma"

gavazza e treno chivasso-asti

Gavazza (Lega): "Il transito del primo treno prova sulla Chivasso-Asti segnale positivo per le comunità del territorio"

Dopo tanti anni di incuria, una bella notizia per tutte le comunità da Chivasso a Montiglio-Murisengo. Ciò che sembrava un sogno nel 2020, oggi sta prendendo forma - spiega Gianluca Gavazza, consigliere regionale del gruppo Lega Salvini Piemonte - Domenica 15 maggio è stata effettuata una corsa prova del treno nella tratta Chivasso-Montiglio, alla presenza del direttore generale della Fondazione FS Italiane l'ingegnere Luigi Cantamessa, finalizzata a verificare gli interventi effettuati negli ultimi mesi per il recupero e la riapertura a fini turistici della linea ferroviaria Chivasso-Asti. Percorrendo la linea Chivasso-Asti nella tratta Chivasso-Montiglio ci si rende conto di quanto lavoro è stato fatto da RFI e dai suoi tecnici in merito ai lavori di completa ripulitura e bonifica del sedime ferroviario e delle aree di pertinenza delle stazioni”. 

Il transito del primo treno sulla Chivasso-Asti è un segnale positivo per le comunità del territorio torinese ed astigiano. Un ringraziamento al direttore generale della Fondazione FS Italiane, all'on. Carlo Giacometto, all’ex presidente della commissione regionale trasporti Mauro Fava, al sindaco di Chivasso, al sindaco di Cavagnolo e a tutti gli amministratori locali del territorio che, fin dall’inizio, hanno creduto in questo progetto. Grazie ancora, inoltre, a tutti i sindaci e a tutte le associazioni e circoli locali che si sono mobilitati sul territorio” conclude Gianluca Gavazza, Consigliere Segretario dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale del Piemonte. 

Oggi è un giorno particolare, grazie ai colleghi di Rete Ferroviaria Italiana del compartimento di Torino e della direzione circolazione, dopo la sospensione del servizio viaggiatori nel giugno del 2010, per la prima volta un treno torna sui binari della Chivasso-Asti, oggi fino a Montiglio-Murisengo, ma contiamo dopo l’estate di arrivare fino ad Asti - spiega l’ing. Luigi Cantamessa Direttore Generale della Fondazione FS Italiane e Consigliere del Ministro della Cultura per le ferrovie storiche - La giornata serve per documentare dal punto di vista fotografico quanto è bello il Monferrato Torinese, e soprattutto testare gli impianti che Rfi ha rimesso in ordine dopo tanti anni di sospensione. Una piacevole sorpresa viene riservata dai fabbricati viaggiatori, infatti il meraviglioso stile dell'ingegnere svizzero Sutter è tornato alla sua piena bellezza, togliendo rovi, mettendo a posto gli infissi originali, ripristinando i colori di quella ferrovia del Monferrato che oggi, seppur in maniera parziale, con il fischio della 668 1936 percorriamo. Si lavorerà perché tutto possa essere pronto dal binario alla porta di uscita della stazione, ora sta ai territori mettere in campo le loro abilità attrattive”. 

Nel 2002 ricordo di aver percorso questa tratta partendo dal primo binario tronco della stazione di Chivasso, oggi partiamo dal primo binario - termina il Direttore Generale della Fondazione FS Italiane - che sia di buon auspicio affinché i treni tornino su tutte le meravigliose linee della rete secondaria piemontese”.

comunicazione politica

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium