/ Politica

Politica | 27 aprile 2022, 15:59

Consiglio regionale, riprende la maratona per l'approvazione del Bilancio. Grimaldi: "Difenderemo gli emendamenti uno per uno"

Il presidente Allasia accoglie la richiesta di molti consiglieri di maggioranza e opposizione: "Non vedo la necessità di fare altre sedute notturne". Pronta una modifica del calendario: si andrà avanti a votare fino a sabato

Consiglio regionale, riprende la maratona per l'approvazione del Bilancio. Grimaldi: "Difenderemo gli emendamenti uno per uno"

Dopo un giorno e una notte di lavori (fino alle 5.15 di stamattina) in Consiglio regionale sono ripresi alle 14.30 i lavori per l'approvazione del Bilancio di previsione 2022-2024 della Regione Piemonte.

Il capogruppo Luv, Marco Grimaldi, ha subito preso la parola chiedendo al presidente Stefano Allasia, di "chiarire le regole del gioco" in materia di numero legale. "Senza conoscere le regole del gioco è difficile - ha sostenuto Grimaldi - affrontare la seduta. Voglio ricordare che nella notte, alle tre del mattino, sono state annullate due votazioni che hanno dovuto essere rifatte mezz'ora dopo".

Francesca Frediani, esponente M4o, ha chiesto invece conto della sconvoca della seduta del mattino, sottolineando che le votazioni fatte nella notte fino alle 5 del mattino avrebbero potuto essere fatte invece in un normale orario diurno. Stesso rilievo è arrivato anche dall'esponente Pd Domenico Rossi. Le opposizioni hanno chiesto ad Allasia di programmare in anticipo i lavori da questo momento in poi, in modo da "garantire a tutti di essere presenti nel momento del voto finale". Nel corso del pomeriggio potrebbe quindi essere convocata una capigruppo per definire meglio il calendario, probabilmente eliminando le sedute notturne. "C'è la richiesta di alcuni consiglieri - ha detto infatti Allasia - di chiudere i lavori di oggi alle 21 e riprendere domani. Mi rimetto ai capigruppo, visto il contingentamento non c'è alcuna necessità di arrivare al via libera sul provvedimento alle 2 di notte. Se si trova una intesa, pur visto l'altro numero di emendamenti da votare, non vedo la necessità di fare altre sedute notturne".

"Fino alle 5 e 15 di stamattina abbiamo votato 600 dei 1413 emendamenti presentati", ha spiegato ancora Grimaldi. "e non è finita: saremo qui a difendere ognuno degli emendamenti e degli atti presentati: sulla stabilizzazione dei precari della sanità, la transizione ecologica, i voucher scuola e le borse di studio universitarie, il sostegno all'infanzia e all'occupazione femminile, la residenzialità psichiatrica e la non autosufficienza per cancellare i tagli sugli assegni di cura".

Daniele Angi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium