/ Politica

Politica | 17 ottobre 2021, 06:30

Oggi e domani si vota per eleggere il nuovo sindaco di Torino

Alle urne per il ballottaggio anche Pinerolo, Beinasco e San Mauro

urna elezioni

Oggi e domani si vota per eleggere il sindaco a Torino, Beinasco, Pinerolo e San Mauro

Dalle 7 alle 23 di oggi, domenica 17 ottobre, e poi ancora dalle 7 alle 15 di domani, lunedì 18 ottobre, Torino e altre tre città della provincia vanno al ballottaggio per eleggere il sindaco.

A Torino Lo Russo vs Damilano

Il secondo turno riguarda oltre 750 mila elettori: secondo i dati del Ministero, quasi 690 mila a Torino, 14.678 a Beinasco, 15.781 a San Mauro e 31.088 a Pinerolo. A Torino la sfida è tra il candidato del centrosinistra Stefano Lo Russo e quello del centrodestra Paolo Damilano per raccogliere l'eredità di Chiara Appendino.  Due settimane fa Lo Russo aveva chiuso con circa 5 punti di vantaggio (43,86 contro 38,9), ma al ballottaggio tutto si azzera e si riparte da 0 a 0: vince chi raccoglie il 50% più uno dei consensi, fondamentale sarà conquistare il consenso degli elettori degli altri undici candidati in corsa al primo turno, in particolare del 9% portato a casa da Valentina Sganga e il M5S.

Pinerolo tra continuità e cambiamento

Anche a Pinerolo la sfida è fra Movimento 5 stelle e centrodestra. Vanno infatti al ballottaggio il sindaco pentastellato uscente Luca Salvai, sostenuto anche dalle liste civiche La Città cresce, Pinerolo Coraggiosa e Pinerolo sinistra Lab, e il candidato del centrodestra Pino Berti, sostenuto da Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia, Udc e dalla lista civica Pinerolo Bellissima.

Il centrosinistra è rimasto fuori dopo il primo turno per il 2% circa dei voti, nonostante il centrodestra si fosse diviso dopo che la Lega aveva bocciato la candidatura del fuoriuscito Giuseppe Spidalieri, medico in pensione, che si è presentato con due liste civiche ed è arrivato al 13%. Una dote di voti che farà la differenza al ballottaggio.

Sfida al femminile a San Mauro

La sfida è tutta al femminile a San Mauro, dove Giulia Guazzora del centrosinistra e Paola Antonetto del centrodestra arrivano al secondo turno separate solo da 123 voti. Guazzora, sostenuta dal Pd con le liste civiche Giulia Guazzora Sindaca e Impegno per San Mauro, era assessore nella Giunta uscente guidata dal pentastellato Marco Bongiovanni. Ha vinto le primarie del centrosinistra per la candidatura a sindaco. Antonetto, consigliera FdI uscente, è appoggiata anche da Lega, Forza Italia e dalla civica Uniti per San Mauro. Se vincesse, il centrodestra con lei riconquisterebbe San Mauro dopo 20 anni.

A Beinasco M5S contro centrodestra

A Beinasco vanno al ballottaggio Daniel Cannati del centrodestra, al primo turno in vantaggio con il 39,5%, e Dino Lombardi del Movimento 5 Stelle, che ha raccolto il 30,6%. Cannati è sostenuto da Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia, ai quali si aggiunge la lista civica Una Nuova Stagione. Lombardi è appoggiato da una coalizione che include M5S, il nuovo simbolo Sinistra Popolare e le liste civiche Beinasco Prossima e Civica per Lombardi Sindaco, nelle quali sono confluiti alcuni fuoriusciti del Pd. Ago della bilancia, fatta salva l'incognita astensionismo, il 25,26% raccolto al primo turno alla candidata del centrosinistra Emanuela Semperboni, segretaria del Pd di Beinasco.

 

Massimo Demarzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium