/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 09 ottobre 2021, 07:38

Riapertura discoteche: "Al 50%, ma è comunque un passo verso il ritorno alla normalità"

Mautino (Silb Piemonte): "Si elimina un vulnus grave per il mondo dell'intrattenimento". Banchieri (Confesercenti): "Ma siamo gli unici vincolati alla zona bianca"

discoteca piena di avventori

Il mondo torinese e piemontese delle discoteche aspetta di ripartire

Dalla prossima settimana si eliminerà un vulnus grave per il mondo dell’intrattenimento serale dei giovani: la riapertura delle discoteche. Un passo che arriva a due anni dalla chiusura e rappresenta forse l’ultimo tassello per riconciliarsi con una nuova normalità dopo la pandemia". Torino e il Piemonte accolgono con favore le nuove decisioni del governo e degli apparati competenti per la categoria dei locali da ballo. E lo fanno per voce di Alessandro Mautino, presidente Silb Piemonte.

 

"Speriamo che col tempo la situazione migliori"

Le attese, per la categoria, erano altre. Ma i titolari delle discoteca per il momento preferiscono vedere il coltello mezzo pieno. "Forse ci si sarebbe aspettato più coraggio, ma il 50% di capienza rappresenta comunque un grande successo del Silb sindacato Nazionale Sale da ballo, rispetto all’impossibile 35% ipotizzato e che non avrebbe consentito la gestione", prosegue Mautino. Che conclude guardando avanti con ottimismo: "Speriamo che con il mese di novembre a dati costanti del contagio e fatte le verifiche nei locali si possa arrivare ameno al 75% per permettere ad un settore stremato e che ancora attende i contributi concessi nell’estate scorsa, di sperare in una vera ripartenza".

"Ma siamo gli unici vincolati alla zona bianca"

"Siamo di fronte a un passo in avanti - dice Giancarlo Banchieri, presidente di Confesercenti -, anche se ormai si è persa la stagione estiva. A trarre beneficio, al chiuso, saranno solo gli esercenti con capienza molto ampia. Ma soprattutto, rimaniamo l’unico settore che attualmente può restare aperto solo in zona bianca. Già in zona gialla i locali dovranno restare chiusi. Un'incertezza che condiziona anche investimenti ed eventuali assunzioni di personale”. 

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium