/ Politica

Politica | 07 ottobre 2021, 09:19

Trasporti, Avetta (Pd): "Studenti abbandonati alle fermate: in Canavese situazione trasporti sconfortante"

Il consigliere regionale ha presentato un question time denunciando le quotidiane cancellazioni di corse nella conurbazione di Ivrea

uomo in piedi mentre parla

Alberto Avetta, consigliere regionale del Pd

"La Regione ci aveva assicurato che per l’inizio delle scuole tutto avrebbe funzionato al meglio. Al contrario registriamo a tutt’oggi corse saltate e autobus sovraffollati che non fanno le fermate. La situazione del trasporto pubblico locale in Canavese resta sconfortante così come deludente è la posizione della Giunta regionale, che, rispondendo al mio Question time, ammette la propria impotenza nel far rispettare a GTT il programma predisposto quest’estate in vista della ripresa della scuola e delle attività produttive. Addirittura, a causa della vetustà tecnologica di alcuni mezzi, pare non si riesca neppure a conoscere con esattezza il numero delle corse che vengono “saltate”. In più occasioni nei mesi scorsi abbiamo ribadito la necessità e l’urgenza di mettere in campo ogni iniziativa finalizzata a sostenere e favorire il ritorno in piena sicurezza ai mezzi di trasporto pubblico da parte dei cittadini, ma dalle parole dell’assessore mi pare di cogliere resa e rassegnazione. E in ogni caso è troppo facile scaricare tutte le responsabilità su GTT che fa fuoco con la legna che ha e che, evidentemente, è una legna di quantità e qualità inferiore a quella che altre Regioni mettono a disposizione. I cittadini si lamentano coinvolgendo i sindaci e i sindacati, la GTT replica adducendo la carenza del personale, la Regione dice che, a parte sanzionare l’azienda per le corse saltate (almeno quelle di cui ha contezza), altro non può fare: un circolo vizioso che nessuno pare essere in grado di cambiare". Lo afferma il consigliere regionale Alberto Avetta (Pd), che, a Palazzo Lascaris, ad un mese dall’avvio dell’anno scolastico, ha richiamato l’attenzione della Giunta regionale sulla situazione critica dei trasporti in Canavese, soprattutto nella conurbazione di Ivrea, con corse che quotidianamente saltano senza alcun avviso o bus che non fanno fermate, perché stracolmi di viaggiatori, con penalizzazione degli studenti in possesso di regolare abbonamento.

"Molti di questi studenti, abbandonati alle fermate in attesa di bus che non passano o che, se passano, non si fermano, non sono ancora maggiorenni. Questi disservizi finiscono per gravare sui genitori che, naturalmente, sono costretti a recuperare i figli con mezzi propri e, in molti casi, assentandosi dal lavoro. Il che sa di “doppia beffa” per chi paga un abbonamento sul trasporto pubblico che deve essere garantito a tutti. Una situazione non più sostenibile. I Sindaci del territorio sono le antenne delle lamentele dei cittadini e incalzano l’Agenzia della mobilità, ma la risposta data oggi dall’assessore Gabusi non alimenta speranze in un qualche miglioramento a breve. Il potenziamento del parco bus circolante nell’Eporediese come in tutto il Piemonte rappresenta una priorità e la Regione deve garantire a pendolari e studenti un servizio adeguato, anziché costringere i genitori a ricorrere all’auto per riportare a casa i loro figli".

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium