/ Eventi

Eventi | 31 luglio 2021, 07:15

Mostra della Ceramica di Castellamonte: per i 60 anni, il ritorno alla Rotonda Antonelliana

Dal 21 agosto al 12 settembre

Conferenza stampa

La Mostra della Ceramica di Castellamonte è stata presentata a Torino, presso la sede della Regione Piemonte

La Mostra della Ceramica di Castellamonte compie 60 anni. Ideata e promossa dall'ex sindaco Carlo Trabucco, venne inaugurata nel 1961 e oggi, per celebrarne la memoria, torna nel suo luogo d'origine, la Rotonda Antonelliana. 

Dopo lo stop nel 2020 causa Covid, saranno finalmente esposte, dal 21 agosto al 12 settembre, nuove grandi opere realizzate principalmente da artisti locali e del Canavese, per farli conoscere ad un pubblico sempre più vasto premiandone il costante legame con la città e il territorio.

La mostra alla Rotonda Antonelliana

Nel cortile dell’ex centro anziani saranno ospitate le opere realizzate dall'Associazione artisti della ceramica in Castellamonte.

Sotto i portici di Palazzo Antonelli, sede del Comune, la cui facciata è stata recentemente restaurata, si potrà ammirare una selezione delle Stufe di Castellamonte. E torna anche il concorso internazionale Ceramics in love-three, cui partecipano 120 artisti provenienti da tutta Italia e 25 diverse nazioni, che potranno essere ammirate al piano terra e in parte anche al piano nobile di Palazzo Botton.

Al piano nobile, a vent’anni dalla scomparsa, un omaggio al grande artista scultore e ceramista castellamontese Renzo Igne. Al secondo piano del Centro Congressi Piero Martinetti, è stata invece allestita la mostra permanente delle ceramiche sonore, ovvero la collezione dei fischietti di terracotta donati alla Città da Clizia, il grande ceramista Mario Giani. Un’occasione unica per ammirare tanti piccoli capolavori dell’arte popolare e naïf, in attesa della loro definitiva sistemazione museale, in una selezione dei circa 3000 pezzi. 

La manifestazione rende poi un secondo omaggio a Nicola Mileti, suo curatore dal 1981 al 2001, grande appassionato d’arte, ceramista e grafico. Grazie al suo impegno, Castellamonte ha potuto vantare la presenza di grandissimi artisti italiani ed internazionali, come Carlo Zauli, Nino Caruso e Arnaldo Pomodoro. Autore, quest’ultimo, dell’ardito e originalissimo “Arco in Cielo”, un’opera che è ormai l’emblema della città. .

Al piano terra del Centro Congressi Martinetti, infine, un’esposizione di gioielli, le Ceramiche da indossare, allestite in collaborazione con CNA Torino. 

Gli orari

Gli orari della mostra previsti sono: dal martedì al venerdì ore 17– 21; sabato e domenica ore 10-21, per tutti i punti espositivi tranne il Liceo Artistico e Sant'Anna dei Boschi, aperti solo durante il fine settimana. L’ingresso è libero.

Ad arricchire la rassegna, diverse iniziative a cura delle associazioni del territorio. 

Manuela Marascio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium