/ Cronaca

Cronaca | 16 luglio 2021, 07:39

Truffa ad anziani, si fingono vigili e dipendenti dell'acquedotto per derubare una donna: arrestate due persone a Samone

Un 39enne e un 43enne avevano raggirato con alcuni complici una donna portando via la cassaforte con oro e gioielli all'interno per 50mila euro

carabinieri con gioielli e denaro

I carabinieri hanno recuperato la refurtiva, del valore di circa 50mila euro

Si erano finti vigili e dipendenti dell'acquedotto per raggirare e derubare una donna anziana di Samone, nel Canavese. Ma i carabinieri li hanno rintracciati e smascherati, arrestando così due uomini di 39 e 43 anni per furto.

L'allarme è scattato dopo la segnalazione di un furto all’interno di una abitazione: secondo il racconto, all'interno c'erano alcune persone che si erano spacciate per dipendenti dell’acquedotto comunale e appartenenti alla polizia locale. Con la scusa di dover verificare la presenza di metalli nelle condutture, hanno rubato una cassaforte contenente denaro e numerosi gioielli.

I militari sono subito entrati in azione e hanno intercettato il ladri lungo la provinciale 222. È scattato un inseguimento, durante il quale i fuggitivi hanno perso il controllo dell'auto, abbandonandolo vicino al Comune di Banchette. Due persone sono state arrestate.

All’interno dell’auto è stata trovata la cassaforte (gioielli, preziosi e contanti, per un valore complessivo superiore ai 50mila euro), e tutto il necessario per entrare in casa degli anziani: attrezzi da scasso, pettorine e segni distintivi della polizia locale, parrucche, targhe, ricetrasmittenti e spray urticanti al peperoncino.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium