/ Attualità

Attualità | 28 giugno 2021, 09:45

Il miglior tennista delle università americane è torinese. Il sogno di Alessandro Giuliato, tra Nadal e Atp Finals

A Miami ha trascinato la squadra a vincere il campionato nazionale per la sua università ed ha conseguito la laurea. Si è iscritto al Master ma spera di trovare uno sponsor che gli permetta di provare l'avventura tra i pro: "Le finali Atp di Torino sono un sogno, ma almeno i sogni non costano nulla"

Alessandro Giuliato

Il miglior tennista delle università americane è torinese. Il sogno di Alessandro Giuliato, tra Nadal e le Atp Finals

Un torinese ha conquistato l'America. Alessandro Giuliato è stato premiato quale atleta dell'anno per le università degli Stati Uniti, dopo aver trascinato a suon di vittorie Miami a vincere il campionato nazionale a squadre di tennis. La sua università lo ha eletto miglior sportivo assoluto e lui ci ha aggiunto anche il conseguimento della laurea in Business Administration.

"Per me questo 2021 resterà indimenticabile, anche se siamo solo a metà anno: non avrei potuto chiedere di più". E adesso, sperando di trovare uno sponsor che gli dia la possibilità di provare l'avventura tra i professionisti della racchetta, si è iscritto al Master. "Lo studio viene prima di tutto, lo devo anche ai sacrifici che sta facendo la mia famiglia. Ma siccome sognare non costa niente, perché non sognare tra qualche anno le Atp Finals di Torino?".

Tutto è iniziato alle Hawaii

Alessandro oggi ha 24 anni e quattro anni fa, su spinta della famiglia, ha deciso di provare l'avventura oltre Oceano, sapendo che l'America è un altro mondo per tutto. Ad iniziare dall'Università. "Mi sono iscritto a Ilo, alle Hawaii. Qui, grazie al mio livello tennistico e ai risultati che ho conseguito, ho vinto una borsa per andare a Miami, alla Barry University. E qui, portando avanti anche gli studi, grazie al tennis mi sono tolto delle belle soddisfazioni". Su tutte, quella di aver conquistato il titolo nazionale a squadre, senza mai aver perso una partita, nè in singolare e neppure in doppio.

"Questo risultato mi è valso il premio di miglior atleta per Miami e di miglior tennista di tutte le università degli Stati Uniti", ha detto con orgoglio (e un pizzico di apprensione, dopo aver visto in tv il crollo del palazzo di Miami, che ha provocato morti e feriti: "Una cosa impressionante", ha commentato). E adesso che è tornato in Italia per l'estate, Alessandro Giuliato non ha lasciato la racchetta, anzi ha continuato a giocare, cimentandosi con la squadra del San Mauro Country Club, che ha trascinato alla promozione in serie B1 senza mai perdere una partita: un risultato storico, se pensiamo che otto anni fa il San Mauro era in D3 nel tennis.

Il sogno di diventare professionista

"Vorrei vivere il sogno di provare a fare il professionista, ma avrei bisogno di uno sponsor per provare a viaggiare, fare i tornei e provare a salire in classifica", ha detto Alessandro, consapevole che a 24 anni gli studi sono la certezza per il presente ed il futuro, il tennis è "un meraviglioso passatempo". Ma siccome "almeno i sogni non costano nulla, perché non sognare?".

Nadal e le Atp Finals di Torino

Magari anche di arrivare un giorno alle Atp Finals di Torino: "Sarà un grande volano per far conoscere la città nel mondo". Una città che a novembre abbraccerà per la prima volta Rafael Nadal, l'idolo di Giuliato: "Mi sono sempre ispirato a lui, un agonista straordinario, uno dei tennisti più forti di ogni epoca, un numero uno". Per adesso Alessandro si accontenta di essere quello delle università americane. E non è poco.

Massimo De Marzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium