/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

Eventi | 21 luglio 2020, 08:55

Dalla tv al teatro, Andrea Pennacchi racconta "Pojana e i suoi fratelli" ad Arena Live Festival

Appuntamento a Cuneo mercoledì 22 luglio alle ore 21.30

Dalla tv al teatro, Andrea Pennacchi racconta "Pojana e i suoi fratelli" ad Arena Live Festival

Non solo Pojana, il leghista veneto burbero e indisponente, acclamato quanto pittoresco personaggio reso celebre dalle puntate di Propaganda Live su La7, ma anche tutto il suo parentado, in particolare i fratelli maggiori: Edo il security, Tonon il derattizzatore, Alvise il nero. Sono queste le figure che animano lo spettacolo di Andrea Pennacchi in scena domani sera, mercoledì 22 luglio, per Arena Live Festival, a Cuneo (via Aldo Viglione, Località San Rocco Castagnaretta, Zona Pala Ubi Banca). 

"I personaggi - spiega l'attore - videro la luce all’indomani del primo aprile 2014. In quel giorno, infatti, l’Italia scoprì che in un capannone di Casale di Scodosia veniva costruito un secondo Tanko, una macchina movimento terra blindata, con un cannoncino in torretta. Io e il mio socio, il musicista Giorgio Gobbo, sentimmo subito la necessità di raccontare alla nazione le storie del nordest che fuori dai confini della neonata Padania nessuno conosceva". 

Un ampio consenso del grande pubblico, quello per Pennacchi, raggiunto grazie al monologo "Ciao teroni", scritto da Marco Giacosa per il progetto "This is racism". All'epoca, Franco Ford detto “Pojana” era già nato, spiega, "era il ricco padroncino di un mio adattamento delle Allegre comari di Windsor ambientato in Veneto, con tutti le sue fisse: le armi, i schei e le tasse, i neri, il nero. Ed eccolo qui, con tutti i suoi fratelli, a raccontare storie con un po’ di verità e un po’ di falsità mescolate, per guardarsi allo specchio".

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium