/ Cultura

Cultura | 22 maggio 2020, 08:49

Attivato il box per la restituzione dei libri nella biblioteca di Chivasso

E’ posizionato nello spazio esterno, accanto all’ingresso

Il sindaco Claudio Castello e l'assessore Tiziana Siragusa accanto al box con gli operatori della biblioteca

Il sindaco Claudio Castello e l'assessore Tiziana Siragusa accanto al box con gli operatori della biblioteca

E’ stato attivato il servizio di restituzione di libri, cd, dvd e riviste presso la biblioteca MoviMente, in Piazza 12 Maggio 1944, 8, che può essere effettuato tramite l’apposito box posizionato nello spazio esterno, all’ingresso dell’edificio. La restituzione può essere effettuata tutti i giorni, 24 ore su 24 e prima di essere disponibili per un nuovo prestito i materiali verranno sottoposti ad un processo di sanificazione, che prevede anche una quarantena cautelativa di 10 giorni.

La prenotazione dei testi può essere effettuata via mail all’indirizzo biblioteca@comune.chivasso.to.it, telefonicamente ai numeri 011 0469920 e 334 1068488 mentre per chi è iscritto ai servizi potrà utilizzare il sito internet del circuito Sbam (www.sbam.erasmo.it) di cui la biblioteca di Chivasso fa parte. Il ritiro dei libri prenotati può essere effettuato unicamente su appuntamento: all’ingresso verrà misurata la temperatura corporea, che non dovrà essere superiore ai 37,5 °C, e sarà necessario disinfettarsi le mani con l’apposito gel disinfettante. Sarà consentito l’accesso solo se dotati di mascherina di protezione delle vie respiratorie correttamente indossata e sarà obbligatorio garantire sempre la distanza interpersonale di sicurezza di almeno un metro rispettando la segnaletica orizzontale.

Secondo quanto stabilito dall’ultimo decreto del Governo del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, e salvo ulteriori modifiche, le sale studio e lettura sono temporaneamente chiuse ed è interdetta anche la consultazione dei testi.

“L’installazione del box per la restituzione dei libri rappresenta un grande passo avanti per la nostra città - dichiarano il sindaco Claudio Castello e l’assessore Tiziana Siragura -. Questo ci consente di effettuare la restituzione in tutta sicurezza sia per i cittadini che per gli operatori della biblioteca, ma ci permette anche di offrire un servizio duraturo nel tempo. Anche in futuro, i cittadini potranno restituire i libri utilizzando il box e questo renderà più veloci le operazioni, perchè non servirà fare la coda allo sportello”.

Il sindaco e l’assessore riferiscono anche che tutto lo staff dell’Ufficio Istruzione e Biblioteca, durante le settimane di chiusura, ha lavorato per la riapertura, mettendo a punto ogni modalità necessaria per il distanziamento e per evitare qualsiasi possibile contagio. “E’ stata effettuata una profonda sanificazione degli impianti di riscaldamento e raffreddamento e tutti i locali sono stati trattati con l’ozono per l’abbattimento di virus, batteri, muffe, acari e odori. All’ingresso è stato posizionato un dispenser automatico di gel disinfettante e sul pavimento sono state posizionate le segnaletiche orizzontali che facilitano il rispetto del distanziamento sociale. Anche gli sportelli sono stati messi in sicurezza grazie all’installazione di barriere in lexan”. Le stesse barriere verranno anche installate sui tavoli presenti nelle sale studio e di lettura, quando la biblioteca potrà riattivare l’apertura al pubblico.

“Ci troviamo in un momento difficile dal punto di vista sanitario ed economico ed avere la possibilità di usufruire, gratuitamente, di un patrimonio librario così importante, permette ai nostri cittadini di distrarsi almeno un po’ da quello che sta capitando e consente anche di continuare a studiare ed a informarsi”, concludono.

c.s.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium