/ Attualità

Attualità | 23 gennaio 2020, 14:29

Crisi Olisistem: Dopo le proteste, Innovaway disponibile ad un confronto sindacale

Domani, a Settimo Torinese, il primo incontro

Crisi Olisistem: Dopo le proteste, Innovaway disponibile ad un confronto sindacale

Barlume di speranza per i lavoratori Olisistem di Settimo Torinese. Nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì 22 gennaio, Innovaway, subentrata oggi da oggi su un ramo aziendale, ha comunicato ai rappresentanti sindacali della Fim-Cisl ed alla Rsu di voler un "sereno confronto sindacale” .

Il ramo che Innovaway si appresta a rilevare in affitto include 360 lavoratori sul territorio nazionale, di cui oltre 200 presso la sede di Settimo Torinese. Dopo le vicende di questi ultimi 4 mesi, in cui la situazione Olisistem Start è via via diventata sempre più a rischio occupazionale, si sono visti costretti a rimettere in campo forti proteste in questi giorni, anche davanti alla sede del principale committente Intesa San Paolo, per le dichiarazioni di Innovaway di voler tagliare le retribuzioni come primo atto della Sua gestione aziendale.

Innovaway ha comunicato inoltre all’Organizzazione Sindacale che intende compiere “un rilancio aziendale che possa premiare l’ingente investimento attuato” e che è a tal fine strategico l’apporto di tutti i lavoratori, ed in questa ottica intende avviare un confronto costruttivo sulle motivazioni che hanno determinato l’insorgere della vertenza.

Soddisfatto Vito Bianchino della Fim-Cisl, che dichiara: "E' positiva questa apertura aziendale al confronto e nell’incontro sindacale valuteremo se ci sono le condizioni per arrivare ad una conclusione positiva della vertenza che coniughi tutela occupazionale ed economica per questi lavoratori.”

Sulla questione è intervenuta anche l'onorevole Jessica Costanzo: ""È importante in queste fasi delicata considerare anche l'importanza della responsabilità sociale di chi subentra, limare parte dei diritti dei lavoratori come la negazione dei buoni pasto, per ampliare il margine di profitto non sembra una soluzione dignitosa"così in una nota la deputata torinese Jessica Costanzo della commissione lavoro alla Camera dei deputati. Domani auspichiamo che la trattativa prenda in considerazione questo aspetto, fondamentale per garantire le tutele dei lavoratori".

Per favorire una discussione finalizzata alla risoluzione dei problemi complessivi oggetto delle iniziative sindacali di questi ultimi giorni, la Fim-Cisl e le RSU non procederanno, momentaneamente, con le ulteriori iniziative di protesta già preventivate, in attesa degli sviluppi che deriveranno dall’incontro sindacale con i vertici di Innovaway previsto nella sede di Settimo Torinese già nella mattinata di domani 24 gennaio 2020.

 

a.g.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium