/ Economia e lavoro

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

Economia e lavoro | 08 gennaio 2020, 17:55

Mons. Nosiglia a Brandizzo incoraggia i lavoratori Martor: "Dovete sperare fino all'ultimo" (VIDEO)

"La Chiesa non ha potere di cambiare tali situazioni, ma considera un suo preciso dovere quello di manifestarvi tutta la sua solidarietà e la sua vicinanza"

Mons. Nosiglia a Brandizzo incoraggia i lavoratori Martor: "Dovete sperare fino all'ultimo" (VIDEO)

"La speranza è l'ultima a morire e voi dovete sperare fino all'ultimo". Sono parole piene di vicinanza quelle dell'arcivescovo di Torino, Monsignor Cesare Nosiglia, in visita questo pomeriggio, mercoledì 8 gennaio, dai lavoratori della Martor, in presidio permanente davanti ai cancelli di via Cena.

Accanto a dipendenti, sindaci arrivati da tutto il chivassese e vercellese, amministratori comunali e regionali, e stretti intorno ad un fuoco acceso con la legna donata dai cittadini, Mons. Nosiglia ha ascoltato le parole dei sindacati e la storia dell'azienda, leader nel settore dell'automotive per oltre quarant'anni. Ha anche dichiarato che proverà ad intervenire con i vertici aziendali e le istituzioni per cercare di trovare una soluzione.

"La Chiesa non ha potere di cambiare tali situazioni, ma considera un suo preciso dovere quello di manifestarvi tutta la sua solidarietà e la sua vicinanza - ha dichiarato - Ormai assistiamo a uno stillicidio di fabbriche e non capiamo come mai le aziende non si adoperino per intervenire per prevenire e affrontare con impegno e determinazione le difficoltà". Ha sostenuto che "le decisioni vengono prese dai vertici sulla base di vantaggi o svantaggi della azienda o sulla base di risultati di mercato senza che i lavoratori coinvolti ne siano informati e possano comunque esprimere il loro parere e considerazioni in merito".

Nosiglia ha addirittura sottolineato la necessità di aprire un tavolo territoriale per cercare di arginare o quantomeno prevenire altre situazioni di crisi con tutti gli enti, soggetti, istituzioni e associazioni interessate a portare il proprio contributo. "Sarà importante sostenere le leve della solidarietà anche del mondo del lavoro perché le difficoltà di una azienda non sono un fatto circoscritto ma un problema che coinvolge l’intera società".

L'Arcivescovo ha quindi aggiunto: "Il vostro caso poi mi appare sorprendente. La Martor è un'azienda ritenuta una realtà di eccellenza nel territorio e nel settore dell'automotive e adesso risulta in forte crisi tanto da paventare il licenziamento dei suoi operai. Per questo spero che si possa trovare una soluzione".

Durante l'incontro diversi dipendenti hanno ringraziato Nosiglia per la visita. "Siamo sicuri che la sua presenza qui serva a smuovere le coscienze" mentre è intervenuto anche Alessandro Svaluto Ferro, Direttore dell'Ufficio Pastorale Sociale e del Lavoro. "Ci tocca che questa decisione sia calata sulle vostre teste dall'oggi al domani - ha detto -. Da tanti anni riflettiamo sulle occasioni di sviluppo ma facciamo fatica a fare questa transizione. Ecco perchè con l'Arcivescovo stavamo pensando di avviare una riflessione urgente con le istituzioni, le parti sociali e imprese. Soprattutto ci chiediamo come è possibile che dal nostro vasto territorio torinese scappano tutti via?" 

Inoltre, ieri mattina, una delegazione di lavoratori, il sindaco di Brandizzo Paolo Bodoni, il consigliere comunale Giuseppe Deluca si sono recati a Palazzo Lascaris, sede del Consiglio Regionale del Piemonte, per incontrare l’assessore regionale al lavoro Elena Chiorino.

All’assessore è stato consegnato l’ordine del giorno approvato dal Consiglio Comunale di Brandizzo il 30 dicembre scorso a supporto delle azioni per salvaguardare la sopravvivenza lavorativa delle 117 persone rimaste senza reddito e lavoro.

 

Antonia Gorgoglione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium