/ Scuola e formazione

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuola e formazione | 01 marzo 2020, 19:55

Coronavirus, Cirio frena sul rientro degli alunni nelle scuole: “Decideremo martedì”

Il Consiglio dei ministri dà il via libera, ma il governatore del Piemonte predica prudenza: "Va tutelata la sicurezza degli studenti, iniziamo con la pulizia"

Coronavirus, Cirio frena sul rientro degli alunni nelle scuole: “Decideremo martedì”

Un passo indietro, la riapertura delle scuole torna in forse. Non ci sono certezze che gli istituti scolastici piemontesi possano tornare a frequentare le lezioni a partire da mercoledì, come filtrato inizialmente.

“Il decreto del Consiglio dei ministri prevederebbe la possibilità di riaprire già domani mattina, io credo che la decisione non tenga conto della specificità della nostra regione, pertanto ho disposto che per almeno due giorni la scuola rimanga sospesa” ha spiegato Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte.

“È una decisione”, ha proseguito il governatore, “presa per una questione di cautela. Siamo una regione che confina con la Lombardia, c’è uno scambio di docenti e studenti significativo. Sarebbe una decisione illogica e controproducente chiudere le scuole in Lombardia e tenerle aperte in Piemonte”.

Si procederà quindi con l’igienizzazione, supportata anche dalla protezione civile e con risorse economiche ad hoc. Poi, martedì, la decisione finale. Martedì deciderò se riaprire le scuole agli studenti sulla base della tutela dei nostri ragazzi e sulla base delle valutazioni dell'Unità di crisi della Regione Piemonte, del Ministero della Salute e dell'Istituto Superiore della Sanità".

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium