/ Chivasso

Che tempo fa

Cerca nel web

Chivasso | 22 settembre 2019, 10:59

A ottobre tutto il Piemonte si fa sala cinematografica: tornano le narrazioni di Movie Tellers

Dodici titoli in ventotto cinema sparsi nelle otto province regionali. Apertura il 22 settembre al Cinema Massimo di Torino con "Scuola in mezzo al mare"

A ottobre tutto il Piemonte si fa sala cinematografica: tornano le narrazioni di Movie Tellers

Ventotto sale di proiezione in tutte le provincie regionali – tra capoluoghi e comuni – e dodici titoli suddivisi in lungometraggi, corti e documentari. Torna dal 1° al 31 ottobre, per la terza edizione, la rassegna Movie Tellers - Narrazioni cinematografiche, dedicata a tutte le produzioni accumunate dal “fattore Piemonte”, che continua a crescere coinvolgendo un numero sempre maggiore di locations nella sua rete distributiva locale.

Abbiamo provato a connetterci fra di noi a sostegno dell'industria cinematografica – ha spiegato il direttore di Film Commission Torino Piemonte Paolo Manera -, per non disperdere energie e creare nelle sale dei veri luoghi d'incontro non occasionali. Dalle produzioni indipendenti ai giovani autori, oltre alle tantissime maestranze ed eccellenze che il territorio offre, fino agli esercenti e al pubblico: vogliamo dare vita a un'unica, grande esperienza di racconto cinematografico”.

Realizzato da Associazione Piemonte Movie, la rassegna, che fa parte del progetto “Piemonte Cinema Network” per la creazione di una rete regionale cinematografica permanente dei film “a bassa distribuzione”, vede la partecipazione di Museo Nazionale del Cinema, Torino Film Festival e TorinoFilmLab.

Gli obiettivi – ha detto il direttore artistico Alessandro Gaidosono innanzitutto di far circuitare tutti i prodotti realizzati in Piemonte, creando una sorta di rappresentanza a livello regionale. Inoltre, vogliamo dare sostegno concreto alle sale cinematografiche non solo nei capoluoghi, ma anche, e soprattutto, nei piccoli paesi. Infine, Movie Tellers permette di modificare la visione corrente del film inteso come prodotto commerciale: per noi, è la chiave per fare sistema in un grande canale di distribuzione alternativo”.

L'apertura della rassegna è affidata, domenica 22 settembre, ore 21, presso il Cinema Massimo-MNC, al documentario Scuola in mezzo al mare di Gaia Russo Frattasi, vincitore del Premio Distribuzione al 18° gLocal Film Festival. Un'opera che, partendo da Torino, sarà distribuita capillarmente nei cinema di Asti, Chieri, Cuneo, Cuorgnè, Omegna, Avigliana, Trecate e Candelo.

Per tutto il mese di ottobre, i titoli scelti per Movie Tellers - quattro lungometraggi, quattro documentari e altrettanti cortometraggi - arriveranno in 27 città piemontesi, dando vita a una ricca programmazione con 137 proiezioni in 35 appuntamenti. Ancora una volta, il cinema viene portato a diretto contatto con gli spettatori, grazie alla presenza in sala di autori, attori e registi, pronti a raccontare e raccontarsi.

La line up di lungometraggi vede due titoli presentati al 36° Torino Film Festival: Il mangiatore di pietre di Nicola Bellucci, girato in parte in Val Varaita (CN) con il sostegno di FCTP, che vede al fianco del protagonista Luigi Lo Cascio anche l’attrice moncalierese Elena Radonicich; Drive Me Home prodotto da Indyca, con Marco D'Amore e Vinicio Marchioni. Dolcissime del regista alessandrino Francesco Ghiaccio, girato a Torino in svariate location tra Mirafiori Sud, Pozzo Strada e corso San Maurizio, e presentato al 48° Giffoni Film Festival; e Tutti pazzi a Tel Aviv, di Sameh Zoabi, commedia vincitrice del TorinoFilmLab Audience Design Fund.

I quattro documentari, molto distanti tra loro per la portata delle storie narrate, sono accumunati della presenza di figure femminili. Butterfly di Alessandro Cassigoli e Casey Kauffman; Dove bisogna stare, di Daniele Gaglianone, presentato al 36° Torino Film Festival; Sa femina accabadora di Fabrizio Galatea; In questo mondo, di Anna Kauber, film vincitore della sezione “Italiana.doc” al 36° TFF.

Nella sezione corti, infine, il candidato ai Nastri d'argento 2019, New Neighbours; Tempo critico di Gabriele Pappalardo, frutto della prima edizione di Torino Factory; In principio, del torinese Daniele Nicolosi; e La lampara, dell' astigiano Gino Caron, vincitore del Premio Toret Miglior Cortometraggio al 18° gLocal Film Festival.

Come nella passata edizione, Movie Tellers offrirà anche un assaggio del prossimo Torino Film Festival (in programma dal 22 al 30 novembre 2019), dedicato allo scrittore torinese e regista Mario Soldati, a vent’anni dalla sua scomparsa. Saranno così ripercorse alcune tappe del precursore indiscusso dei tanti format che uniscono tv e gastronomia, Viaggio nella valle del Po - Alla ricerca dei cibi genuini, di cui, grazie al patrocinio della Rai, verranno proiettate alcune puntante, unite alle degustazioni dei prodotti locali offerti da Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta e Nova Coop.

Si conferma al fianco di Movie Tellers anche Associazione Stampa Subalpina, con la partecipazione di alcuni giornalisti delle località in calendario che durante le serate dialogheranno con ospiti e pubblico, e con l’incontro “Comunicare il cinema. I giornalisti, gli uffici stampa, il pubblico”, in programma sabato 19 ottobre dalle 10 alle 13 alla Sala il Movie di Film Commission Torino Piemonte. Un'occasione per confrontarsi sul cinema come “prodotto” da promuovere e comunicare, secondo diversi approcci e punti di vista, mettendo al centro il fine ultimo e condiviso di raggiungere e fidelizzare il pubblico.

Manuela Marascio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium