/ Attualità

Attualità | 21 giugno 2023, 12:18

In Piemonte nasce il "Servizio di Psicologia scolastica": 600 mila euro per sportelli e attività contro suicidi e bullismo

In Consiglio Regionale votata in maniera bipartisan la proposta di legge che sarà sostenuta dalle risorse dell'assessorato alle Politiche Sociali

foto di archivio

In Piemonte nasce il "Servizio di Psicologia scolastica": 600 mila euro per sportelli contro suicidi e bullismo

In Piemonte sarà istituito il "Servizio di Psicologia scolastica", finalizzato alla promozione della salute e del benessere psicofisico di allievi, genitori, insegnanti e personale amministrativo.

E' stata infatti approvata oggi in Consiglio Regionale la proposta di legge, votata in maniera bipartisan, che sarà sostenuta dalle risorse dell'assessorato regionale alle Politiche Sociali con 600mila euro divisi sulle annualità 2023/2024/2025.

"I blocchi alla didattica imposti durante la pandemia hanno sconvolto l’equilibrio di tanti adolescenti già fragili, consegnandoci un bollettino di guerra tra gesti di autolesionismo e incremento di suicidi - dichiara l'assessore regionale alle Politiche Sociali Maurizio Marrone - Non potevamo nascondere la testa sotto la sabbia di fronte a questa emergenza che colpisce la nostra gioventù".

Grazie al progetto di legge che istituisce questa figura su cui la commissione Sanità ha lavorato, proposto dalla collega di minoranza Frediani e che mi ha visto cofirmatario e relatore di aula dopo averci lavorato perfezionando il testo in modo bipartisan e condiviso - spiega il medico e professore universitario Alessandro Stecco, presidente leghista della commissione Sanità - gli studenti piemontesi potranno contare sull'istituzione strutturale di un supporto concreto dal punto di vista psicologico, per affrontare non solo i problemi della crescita emotiva della persona ma anche per puntellare la delicata eredità della pandemia. Il lavoro concertato tra la Regione Piemonte, l’Ordine degli Psicologi del Piemonte e l’Ufficio Scolastico Regionale ben si armonizza con il progetto sullo ‘Psicologo delle cure primarie’, che per ogni Asl mette a disposizione la continuità di psicologi che garantiranno una prima presa in carico delle fragilità presenti sul territorio afferente”.

Gli "Psicologi scolastici" potranno svolgere attività nelle scuole primarie e secondarie di I e II grado, statali e paritarie, come sportelli di ascolto, prevenzione di comportamenti a rischio per la salute psicofisica, sostegno allo sviluppo cognitivo, affettivo, emotivo e delle competenze relazionali, sviluppo del senso di autostima, contrasto al bullismo ed alle diffusione delle dipendenze, contrasto al disagio relazionale anche dovuto alla pandemia Covid-19, sostegno all'orientamento...

Il "Servizio di Psicologia scolastica" prevedrà una prima fase di sperimentazione, finalizzata ad intercettare e fare emergere le dimensioni della domanda del nuovo servizio da parte dei suoi destinatari, così da poterlo ulteriormente strutturare nel triennio successivo.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium