/ Eventi

Eventi | 04 ottobre 2022, 19:31

EstOvest Festival compie 21 anni e “si allarga”: 400 anni di musica in concerto da Guarene a Venaria, fino al Lago D’Orta

Fino al 31 ottobre, gli spettacoli che coinvolgono diverse provincie. Progetto nel progetto, la seconda edizione della Contemporary Cello Week

EstOvest Festival presentazione

EstOvest Festival compie 21 anni e “si allarga”: 400 anni di musica in concerto da Guarene a Venaria, fino al Lago D’Orta

L’EstOvest Festival cambia pelle per la sua 21esima edizione e “invade” sempre più spazi del Piemonte. Oltre ad alcuni cambiamenti all’interno dell’organigramma, come l’assegnazione del titolo di presidente onorario al violoncellista Rohan De Saram, la rassegna concertistica cambia formula per celebrare 400 anni di musica con nuove collaborazioni e partnership. 

Fino al 31 ottobre un ricco programma itinerante

Rispettando il suo carattere itinerante, estende il suo programma fino al 31 ottobre. Protagonisti sempre più luoghi in Piemonte, nel capoluogo e in diverse provincie, da Cuneo a Novara.

Sarà alla Mole Antonelliana-Museo Nazionale del Cinema e l’Aula Magna del Politecnico a Torino, ma anche alla Reggia di Venaria Reale fino a Palazzo Penotti Ubertini sul lago d’Orta. Andrà a Guarene, presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, tornerà, come ogni anno, al Polo del Novecento a Torino e per la prima volta, toccherà il Castello di Foglizzo.

Preludio, En Plein air e Contemporary Cello Week

La manifestazione è partita lo scorso 18 settembre nella suggestiva borgata montana di ParaLoup, e si concluderà lunedì 31 ottobre al PoliTo con “Paesaggi Luminosi”. Il festival si compone di tre momenti, detti Episodi: il Preludio, il primo, En plein air, il secondo, e Contemporary Cello Week, il terzo, giunto alla seconda edizione.

Quest’ultimo, in programma dal 27 al 31 ottobre, è l’unico evento in Italia ad essere interamente dedicato al repertorio contemporaneo per violoncello, all’intento del quale i maggiori violoncellisti in attività incrociano a Torino giovani strumentisti provenienti da ogni parte del mondo per realizzare una pacifica invasione in musica.

I protagonisti

EstOvest Festival ospiterà anche quest’anno il geniale violoncellista finlandese Anssi Karttunen, insieme alla giovane Orchestra Filarmonica Vittorio Calamani, e la responsabile scientifica della Fondazione Paul Sacher di Basilea, Angela Ida De Benedictis. Torneranno Rohan De Saram e Francesco Dillon.

Tra gli altri saranno presenti per la prima volta il raffinatissimo controtenore Danilo Pastore e la filosofa e musicologa francese Danielle Cohen-Levinas, la scrittrice Giulia Binando Melis e il nuovo violoncello solista dell’Ensemble Intercontemporain di Parigi, Renaud Déjardin.

Per info: info@estovestfestival.it/ 3519176301

Chiara Gallo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium