/ Attualità

Attualità | 18 settembre 2022, 13:43

La rivoluzione del giardinaggio: un hobby che diventa sempre più professionale

Spesso si tende a pensare al giardinaggio come un hobby tranquillo, rilassante e low cost

La rivoluzione del giardinaggio: un hobby che diventa sempre più professionale

Spesso si tende a pensare al giardinaggio come un hobby tranquillo, rilassante e low cost: bastano un paio di guanti, una paletta, un po’ di pazienza e di pollice verde, e il gioco è fatto.

Nulla di tutto questo. È vero che basta poco per avvicinarsi al mondo del giardinaggio - la prima piantina è fonte di incredibili soddisfazioni - ma come invece sa bene chi invece di questo modo si intende, il giardinaggio richiede impegno, dedizione costante e soprattutto un ampio arsenale di strumenti.

Sì, perché non esiste la paletta d’oro che va bene per tutto. Ogni pianta, ogni area del giardino necessita di una cura particolare che non è possibile dare senza gli strumenti adeguati.

Pensiamo ad un giardino, il tipico giardino domestico, e al ciclo delle stagioni. D’inverno, a dispetto del periodo di letargo delle piante, bisogna svolgere numerose operazioni in vista del risveglio primaverile e servono determinati utensili: forbici da potatura, se necessario a batteria, ma anche gli strumenti adeguati ad effettuare rinvasi, messe in terra, ma anche strumenti per la semina dell’orto e i primi trattamenti fungicidi.

In primavera ed estate invece ci sono i lavori più pesanti: l’estirpazione delle erbacce, l’applicazione di insetticidi e antiparassitari, gli sfalci periodici con decespugliatore o tosaerba, ma anche la raccolta della frutta. E poi c’è l’autunno con tutto il suo carico di foglie secche da soffiare e/o aspirare via dal giardino.

Tutte queste attività, richiedono appunto un know how che si acquista con l’esperienza e soprattutto una dotazione importante di strumenti adatti a ciascuna di queste operazioni, se non specificamente ai diversi tipi di piante coinvolte.

Mentre non c’è sostituto per il sapere che si accumula con tempo e fatica, per ovviare alle spese - importanti - che sono richieste per eseguire per bene la cura del giardino esistono delle alternative all’acquisto in proprietà.

Molti rivenditori infatti si stanno orientando alla formula del noleggio delle macchine e degli attrezzi da giardino, in modo da venire incontro alle esigenze dei singoli.

I vantaggi di questo approccio sono molteplici: in primo luogo, i giardinieri non devono sobbarcarsi costi anche elevati per macchine o strumenti che per la maggior parte dell’anno se ne stanno in garage inutilizzati. In secondo luogo, spariscono tutti i costi di manutenzione e i rischi di imprevisti: sarà compito del noleggiatore offrire mezzi e strumenti sempre al massimo delle condizioni. Infine, ci guadagna anche il noleggiatore: che può rivendere gli strumenti a noleggio a prezzi vantaggiosi su un mercato dell’usato sempre alla ricerca dell’affare.

Tra i negozi di attrezzi e macchine per il giardinaggio che offrono questo servizio c’è Giachino Garden, storico retailer di giardinaggio a Borgaro Torinese che sin dalle origini ad inizio Novecento tratta strumenti per la cura del verde, macchine da giardino e anche attrezzi ausiliari come i generatori di corrente portatili della Honda.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium