/ Cronaca

Cronaca | 04 giugno 2021, 14:03

Cadavere carbonizzato a Gassino: la vittima potrebbe essere un geometra di Chivasso scomparso ieri

Sarà l'esame del dna a chiarire se i resti appartengono all'uomo

Cadavere carbonizzato a Gassino: la vittima potrebbe essere un geometra di Chivasso

Il momento del ritrovamento

Sarà l'esame del dna a chiarire se i resti del corpo trovato carbonizzato ieri giovedì 3 giugno, in una Fiat Panda, nelle campagne di Gassino Torinese, appartengono al  geometra domiciliato a Chivasso, di cui si erano perse le tracce nella mattinata di ieri. 

Dall'esame eseguito dal medico legale questa mattina non stati trovati segni di violenza, ma tracce di fumo nella trachea. Secondo le prime ipotesi avanzate dalle forze dell'ordine potrebbe quindi trattarsi di un suicidio. Le tracce di fumo ritrovate indicherebbero infatti che l'uomo fosse ancora vivo mentre la vettura bruciava. 

A ritrovare la vettura, ieri mattina, era stato il proprietario di una vigna che alle 7 ha visto il fumo e il fuoco dell'auto. La vittima era stata ritrovata seduta sul sedile posteriore, totalmente carbonizzata.  I carabinieri avevano dovuto richiedere una autogrù ai vigili del fuoco per portare all'obitorio di Torino l'auto con il cadavere all'interno, per evitare che si potesse sgretolare toccandolo. 

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium