/ Cronaca

Cronaca | 16 aprile 2021, 07:14

Il pellet venduto via web non era di alta qualità: quattro persone denunciate e 25 tonnellate di materiale sequestrato

La Guardia di Finanza ha scoperto che il prodotto, descritto come di provenienza austriaca, in realtà arrivava dalla Polonia ed era di valore inferiore

Guardia di Finanza

Operazione della Guardia di Finanza su prodotti in arrivo dalla Polonia

Il pellet "di marca" in realtà era un falso, spacciato per vero con i soliti meccanismi di raggiro permessi da Internet. Ma gli uomini della Guardia di Finanza di Torino non si sono lasciati ingannare e nei giorni scorsi hanno sequestrato oltre 25 tonnellate di questo tipo di materiale, denunciando quattro persone per il reato di contraffazione.  

L'indagine è stata condotta dai Finanzieri della Compagnia di Chivasso e coordinata dalle Procure della Repubblica di Ivrea e Biella. In particolare, le Fiamme Gialle hanno individuato quattro soggetti, di cui due imprenditori, operanti nella provincia di Torino e Biella, i quali, usando la piattaforma “Marketplace” di un noto social network, pubblicizzavano e commercializzavano il pellet lasciando intendere che fosse prodotto da una nota azienda internazionale, leader nello specifico settore merceologico, su cui risultava apposto il relativo marchio.


Gli accertamenti dei finanzieri hanno consentito di scoprire, però, come il prodotto fosse in realtà falsificato: proveniva dalla Polonia già confezionato e portava la falsa indicazione della “qualità austriaca”. E anche il prezzo richiesto ai consumatori era "austriaco". Da qui, sono scattati i sequestri e le denunce.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium