/ Cronaca

Cronaca | 19 novembre 2020, 12:41

Coronavirus: a Chivasso altri 300 saturimetri per i medici di base e dell’Usca

Saranno utilizzati per i pazienti curati presso le proprie abitazioni

Coronavirus: a Chivasso altri 300 saturimetri per i medici di base e dell’Usca

L’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco di Chivasso Claudio Castello, nell'ambito degli interventi comunali a sostegno delle attività sanitarie per il contenimento della pandemia da COVID_19, ha acquistato altri 300 saturimetri destinati ai medici di famiglia, ai medici dell'USCA - Unità Speciali di Continuità Assistenziale ed alle Rsa nel territorio dell’ASLTO4.

La consegna è avvenuta martedì pomeriggio, 17 novembre, davanti alla sede legale dell’Asl To4, in via Po, alla presenza del Primo Cittadino e del dottor Mauro Trioni, Direttore del Distretto Sanitario di Chivasso. I nuovi saturimetri, strumenti indispensabili per la prevenzione e per la diagnosi delle infezioni da Coronavirus, potranno essere utilizzati per dare la possibilità ai pazienti, curati presso le proprie abitazioni, di tenere direttamente sotto controllo i valori della saturazione di ossigeno nel sangue senza dover ricorrere al ricovero ospedaliero.

Così dichiara il Primo Cittadino Claudio Castello: “Il Comune di Chivasso cerca di combattere quotidianamente, accanto all’Azienda Sanitaria Asl To4, gli effetti di questa devastante epidemia con le conseguenti ricadute sulla popolazione, in termini sanitari, economici e psicologici. In questi mesi abbiamo potuto verificare come sia particolarmente penosa, per i nostri cittadini, la situazione di quanti sperimentano a casa il decorso della malattia vivendo, quotidianamente, nella costante paura di un possibile peggioramento. Con l’intendimento di alleviare la loro preoccupazione e al contempo di fornire un aiuto concreto ai medici impegnati quotidianamente nella loro assistenza, abbiamo ritenuto opportuno procedere con una nuova fornitura di 300 saturimetri da distribuire ai pazienti, nella speranza che possano contribuire ad evitare loro il ricovero presso le strutture ospedaliere della città, già fortemente pressate dalle richieste. Colgo l’occasione per ringraziare tutto il personale dell’Asl To4, che ogni giorno lotta contro questo terribile virus”.

c.s.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium