/ Cronaca

Cronaca | 12 settembre 2020, 09:25

Volpiano, estorsione al datore di lavoro: i carabinieri arrestano impiegato infedele

L'uomo ha minacciato il titolare di prendersi pc, documenti e un mazzo di chiavi se non avesse ricevuto 2.700 euro

Volpiano, estorsione al datore di lavoro: i carabinieri arrestano impiegato infedele

I carabinieri di Volpiano hanno arrestato un 37enne italiano per estorsione. L’arrestato, un impiegato presso un’agenzia immobiliare di San Benigno Canavese (TO), ha  minacciato il proprio titolare di volersi appropriare di alcuni pc e dei mazzo chiavi e documenti di case in vendita, se non gli avesse consegnato la somma di euro 2.700 euro per precedenti prestazioni di lavoro. Prestazioni, peraltro, mai eseguite secondo il racconto della vittima..

Quando il titolare ha scoperto che le minacce erano state messe in pratica, lo ha chiamato telefonicamente e lui gli ha risposto che se avesse rivoluto le sue  cose avrebbe  dovuto pagargli il dovuto con un assegno.Hanno  fissato un incontro per lo scambio, dove ad attenderli vi erano anche i carabinieri, allertati dalla vittima,  che hanno fermato l’impiegato infedele subito dopo aver ricevuto l’assegno. L’uomo è stato arrestato e collocato ai domiciliari. Il materiale è stato recuperato e ritrovato a casa dell’arrestato.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium