/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 29 maggio 2020, 07:13

Banca Alpi Marittime, convocata l’Assemblea dei Soci per approvazione bilancio 2019

In ragione dell’emergenza epidemiologica, così come per le altre banche del Gruppo Iccrea, l'evento si terrà con la formula del Rappresentante designato, senza la presenza fisica dei soci, che voteranno tramite delega

Banca Alpi Marittime, convocata l’Assemblea dei Soci per approvazione bilancio 2019

Si terrà venerdì 19 giugno l’Assemblea ordinaria dei soci della Banca Alpi Marittime, dove verrà approvato il Bilancio al 31 dicembre 2019, anno che ha segnato i 120 anni di storia della Banca.

Quest'anno, in ragione dell’emergenza epidemiologica da “COVID-19”, tutt’ora in corso, ai fini di tutela della salute dei Soci, del Personale, dei Fornitori e degli Esponenti aziendali, Banca Alpi Marittime, come tutte le Banche del gruppo ICCREA, ha deciso di modificare le modalità solitamente in uso per la tradizionale Assemblea dei Soci che radunava di norma mille persone.

La modalità scelta dal Consiglio di Amministrazione è quella del Rappresentante Designato, che renderà possibile lo svolgimento dell’assemblea senza la partecipazione fisica dei Soci, che saranno comunque chiamati a votare attraverso delega.

"Un anno fa, afferma il presidente Giovanni Cappa, in occasione dell'Assemblea, abbiamo festeggiato tutti insieme i nostri 120 anni di attività. Oggi, ci vediamo costretti a combattere una situazione di emergenza portata dal diffondersi del Covid-19, ma sono sicuro che, anche se distanti, continueremo ad essere "Vicini Sempre" a tutti i nostri Soci perché sono il principale motore d'azione della nostra Banca".

Il risultato del bilancio che verrà sottoposto all’Assemblea dei soci è superiore a quello dell’anno precedente. Banca Alpi Marittime approverà infatti un utile di esercizio che risulta superiore rispetto ai 12,321 milioni dell’anno scorso. Anche patrimonio netto della Banca è conseguentemente in crescita rispetto ai 166 milioni dell’esercizio precedente.

La compagine sociale, a fine anno 2019 si attesta a 14.200 soci dei quali oltre il 32% rappresentato da persone fisiche con età inferiore a 40 anni.

La raccolta da soci rappresenta a fine 2019 il 30% del totale della raccolta da clientela mentre gli impieghi a soci sono pari al 62% del totale impieghi a clientela, a dimostrazione della sempre elevata attenzione prestata dalla Banca ai propri soci.

"L’esercizio del 2019, afferma il Presidente Giovanni Cappa, segna importanti risultati positivi. Uno dei più significativi è l’aumento del numero dei soci, oltre 300 entrati nella compagine sociale in un anno. Questo dato ci conferma che la Banca continua ad essere attenta alla comunità ascoltando i bisogni delle persone e delle aziende, continuando ad essere un punto di riferimento sul territorio, crescendo insieme ad esso ogni giorno".

"Sono i numeri, spiega il Direttore Generale Piero Biagi, a confermare il ruolo fondamentale di Banca Alpi Marittime a sostegno dell’economia dei nostri territori. Più nel dettaglio, con riferimento ai settori di destinazione del credito, la componente rappresentata dai finanziamenti alle famiglie consumatrici evidenzia una variazione positiva: gli impieghi a famiglie consumatrici ammontano a dicembre 2019 a euro 455 milioni, pari al 34% del totale dei finanziamenti a clientela. Gli impieghi lordi alle famiglie consumatrici erogati su base d’anno sono cresciuti del 2,31% (contro il +1,9% del sistema bancario complessivo). Con specifico riguardo al credito alle imprese, gli impieghi lordi destinati al settore produttivo sono complessivamente pari a euro 812 milioni". 

A dimostrazione della continua attenzione al territorio, Banca Alpi Marittime ha deciso di effettuare un gesto responsabile a favore della comunità e dell’economia locale. È stato infatti donato l’importo preventivato per l’organizzazione di una parte dell’Assemblea, pari a 40.000 euro, alla Fondazione La Stampa “Specchio dei tempi”. Attraverso questa donazione la Bam ha promosso il bando #LAGRANDARIPARTE, che prevede l’erogazione di un assegno a piccole e piccolissime imprese, commerciali ed artigiane, della provincia di Cuneo.

Inoltre, ha sostenuto i territori della Città di Torino e Loano con una donazione complessiva di ulteriori 7.500 euro.

Questi contributi sono un ulteriore sostegno al proprio territorio, colpito dal COVID-19, che si sommano all’elargizione di 50.000 euro a favore della Fondazione Ospedale Santa Croce e Carle Cuneo Onlus e dell’Asl CN1 e alle donazioni già effettuate a favore di altre Associazioni ed Enti assistenziali.

Sono stati infatti donati 8.000 euro al Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese, 1.500 euro a favore della Confraternita di Misericordia di Cuneo – Onlus, 1.500 euro a favore della Fondazione Residenza per Anziani “Don Luigi Garneri” di Carrù e 1.000 euro all’Associazione Commercianti di Carrù.

Banca Alpi Marittime ha anche partecipato alla raccolta fondi nazionale a sostegno dell'iniziativa del Credito Cooperativo "Terapie intensive contro il virus. Le BCC e CR ci sono!", donando 5.000 euro.

Anche Vicini Sempre, la Mutua Privata promossa da Banca Alpi Marittime ha voluto sostenere, in questo difficile momento, le attività della Fondazione Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle Cuneo Onlus con una donazione di 20.000 euro.

Le donazioni effettuate a sostegno del territorio sono complessivamente di 134.500 euro.

Oltre all’importo complessivo donato dalla Bam, si aggiungono 20.820 euro, raccolti attraverso l’iniziativa "#Terapie intensive contro il Virus” che la Capogruppo Iccrea Banca ha deciso di devolvere a favore della Fondazione Ospedale Santa Croce e Carle Cuneo Onlus e dell’Asl CN1.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium