/ Cultura

Cultura | 11 maggio 2020, 13:15

Crescentino è ufficialmente Comune Turistico

La città è stata inserita nell'elenco regionale 2020 come meta turistica piemontese grazie ai suoi monumenti storici ed agli eventi

Il castello di San Genuario a Crescentino

Il castello di San Genuario a Crescentino

Crescentino diventa comune turistico. Con una Determina Dirigenziale del Settore Cultura, Turismo e Commercio,  nei giorni scorsi la Regione Piemonte ha infatti inserito la città tra i ventotto Comuni del Vercellese che rientrano nell'elenco dei Comuni turistici piemontesi per l'anno 2020.

Dal dossier di candidatura sono stati riconosciuti di particolare interesse il paesaggio in cui è inserita Crescentino, alla confluenza dei fiumi Po e Dora Baltea, ai piedi delle colline del Monferrato e immersa nelle risaie che in varie parti dell'anno conferiscono alla Città una sua peculiarità.

Poi i beni architettonici di cui è ricca come la Torre Civica, unico baluardo del Palazzo dei Marchesi Tizzoni andato distrutto nella rivolta del 1529, le Confraternite di San Giuseppe, San Michele e San Bernardino, ognuna con le sue caratteristiche e opere d'arte contenute all'interno, la grande Chiesa Parrocchiale che custodisce le reliquie di San Crescentino, la chiesa romanica di San Pietro, pieve custodita accanto al cimitero del capoluogo di particolare pregio storico, il Santuario della Madonna del Palazzo, protagonista nel 1776 della traslazione del campanile ad opera del Mastro Crescentino Serra, il Castello dei Tizzoni e i resti dell'Abbazia Benedettina in San Genuario, l'antica "giasséra" in frazione Monte, il caratteristico centro storico a pianta romana che la contraddistingue come "La Quadrata" e ancora il ponte ultracentenario sul fiume Po che unisce il territorio crescentinese con Verrua Savoia.

Ed infine le numerose iniziative folkloristiche e culturali che vengono predisposte durante il corso dell'anno.

Si comincia a febbraio col Carnevale Storico Crescentinese, uno dei più antichi (se ne parla già nel 1529) ed importanti del Piemonte, con rievocazione storica, fagiolate e sfilata di carri allegorici, per proseguire a giugno con la Festa patronale di San Crescentino, uno dei pochi Comuni in Italia in cui si ha un Santo che porta lo stesso nome del Comune, che prevede una serie di iniziative popolari che coinvolgono un intero fine settimana e suggellano la storica alleanza con il Comune di Vische, poi si arriva ad agosto con la Festa della Madonna del Palazzo che cade sempre la prima domenica dopo Ferragosto. La fine dell'estate arriva invece con il Settembre Prajettese organizzato da uno dei rioni storici di Crescentino, il Rione Prajet, con specialità gastronomiche e serate danzanti. Tanti anche gli appuntamenti culturali organizzati da CMT Collezioni Mostre Turismo e dal Circolo Filatelico Numismatico Crescentinese in vari periodi dell'anno.

L'ospitalità di Crescentino è assicurata da B&B, Residence e rinomati ristoranti. 

Da ricordare inoltre che Crescentino è inserita nella Strada del riso vercellese di qualità e nel Parco del Po Vercellese Alessandrino di cui la Cascina Ressia, ubicata nel territorio in frazione Porzioni, è un Centro di educazione ambientale di primaria importanza.

c.s.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium