/ Sanità

Sanità | 25 marzo 2020, 08:52

Emergenza da Covid-19: da giovedì 26 marzo sono operative le Unità Speciali di Continuità Assistenziale

La loro funzione è rivolta alla gestione domiciliare delle persone affette da Covid-19 che non necessitino di ricovero ospedaliero

Emergenza da Covid-19: da giovedì 26 marzo sono operative le Unità Speciali di Continuità Assistenziale

Da giovedì 26 marzo sono operative le Unità Speciali di Continuità Assistenziale (USCA), previste dall’articolo 8 del Decreto Legge 14/2020 “Disposizioni urgenti per il potenziamento del Servizio Sanitario Nazionale in relazione all'emergenza COVID-19”. La loro funzione è rivolta alla gestione domiciliare delle persone affette da Covid-19 che non necessitino di ricovero ospedaliero e alla presa in carico dei pazienti dimessi dagli ospedali e ospitati nelle RSA aziendali. 

All’avviso bandito dall’ASL lo scorso 18 marzo hanno risposto numerosi medici. A circa cinquanta di questi professionisti è stato conferito l’incarico per coprire la fascia oraria di competenza delle USCA (dalle ore 8 alle 20) sette giorni su sette presso cinque sedi di Continuità Assistenziale-Guardia Medica (Castellamonte, Chivasso, Ivrea, Lanzo Torinese, Settimo Torinese), in un’area appositamente dedicata. L’Azienda si riserva di incrementare e modificare le sedi di attività in relazione all’andamento della diffusione del nuovo coronavirus.

Il coordinamento delle USCA dell’ASL TO4 è affidato alla dottoressa Lavinia Mortoni, Direttore del Distretto di Cuorgnè.

L’avviso per il reclutamento dei medici – che è pubblicato nel sito web www.aslto4.piemonte.it, nella sezione “In Evidenza” e nella sezione “L’ASL da te – Lavoro” – rimane aperto per le ulteriori disponibilità dei medici.

c.s.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium