/ Scuola e formazione

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuola e formazione | 23 marzo 2020, 08:03

Coronavirus, il Politecnico tra i migliori al mondo per la didattica online: "Oltre 24mila studenti collegati"

L'offerta formativa dell'ateneo coinvolge 700 docenti e 110 corsi in contemporanea. Il rettore Saracco: "Al termine dell'emergenza avremo in mano uno strumento unico"

Coronavirus, il Politecnico tra i migliori al mondo per la didattica online: "Oltre 24mila studenti collegati"

E' nelle difficoltà che ci si ingegna. E si compiono quei balzi in avanti che magari, in tempi normali, non sarebbero stati possibili perché meno urgenti. Ne sa qualcosa il Politecnico di Torino, che quando si parla di didattica online (tema piuttosto diffuso e trasversale, dall'ambito universitario alle scuole elementari) può esibire un ventaglio di opportunità formative davvero imponente.

I numeri parlano di oltre 24mila studenti collegati, con presenze addirittura dalla Colombia e dal Brasile, circa 700 docenti impegnati nelle lezioni e ben 110 corsi disponibili in contemporanea con oltre 300 studenti per classe, compresi i laboratori informatici virtuali.

"Siamo un ateneo digitale - dice il rettore del Politecnico, Guido Saracco, raggiunto dall'Ansa - e al pari di realtà internazionali come Harvard oppure il MIT di Boston siamo tra i più avanzati per quanto riguarda la didattica online". 

A fare da carburante per questo passo avanti, senza dubbio uno stato di necessità prima imprevedibile: "L'emergenza ci ha costretti a mettere in piedi un sevizio molto complesso in pochi giorni - prosegue Saracco -, ma devo dire grazie al lavoro dei nostri tecnici, all'adesione dei docenti e alla pazienza degli studenti, perché in questo momento stiamo facendo esami e sessioni di laurea con la massima flessibilità".

Più difficoltà si potrebbero annunciare per i test di ingresso: "Bisogna essere sicuri che in questo caso tutto si svolga nella piena regolarità. Ma è un argomento meno urgente, non c'è fretta. Nell'insieme, però, stiamo facendo un passo avanti epocale nella didattica: a fine emergenza ci troveremo tra le mani un strumento unico".

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium