/ Viabilità e trasporti

Che tempo fa

Cerca nel web

Viabilità e trasporti | 16 marzo 2020, 19:19

Coronavirus, Gtt mette i "controllori" in deposito: "Misura della febbre a chi entra"

Da mercoledì a Torino e provincia saranno operativi 400 bus e tram: la frequenza della metro - nelle ore di punta - passerà da 3 a poco più di 4 minuti

Coronavirus, Gtt mette i "controllori" in deposito: "Misura della febbre a chi entra"

Dopo il caso di tre dipendenti positivi al Coronavirus, Gtt mette in atto misure ancora più stringenti per scongiurare ulteriori contagi. Provvedimenti invocati in maniera unitaria da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal, Ugl e Fast Confsal, che ieri hanno inviato una lettera alla Procura ed Asl di Torino. Un documento che era stato preceduto dalla richiesta di Usb di aprire un tavolo permanente, oltre ulteriori azioni di prevenzione dal Covid-19.

Da mercoledì 18 marzo sarà in vigore il servizio festivo estivo che prevede, rispetto a quello invernale, una riduzione del 50%. “Saranno operativi – spiega l’azienda di corso Turati - circa 400 tram e bus. La copertura oraria e territoriale sarà la stessa del servizio pieno, con inizio alle 5 termine alle 24, ma cambieranno le frequenze. Ad esempio la metro nelle ore di punta passerà da 3 a poco più di 4 minuti, mentre la linea 4 in media transiterà ogni 15 minuti”.

Ridotto anche il trasporto extraurbano, che verrà gestito con orari di periodo non scolastico. Sono state però mantenute le corse per gli stabilimenti industriali che sono in attività.

Per quanto riguarda – aggiunge Gtt - le nostre ferrovie che ora viaggiano al 50% del servizio normale, al fine di evitare la necessità che macchinista e capotreno stiano insieme in cabina, ripristineremo la limitazione ai 50 km/h. Già da domani sulla linea SFM1 Rivarolo-Torino-Chieri saranno in vigore nuovi orari”. Per ulteriori informazioni si può consultare il sito www.gtt.to.it

Dal punto di vista della sicurezza degli autisti, tutti i turni di servizio avranno inizio e fine in deposito: una richiesta che era stata fatta a gran voce dei sindacati. Questo infatti permetterà “la sanificazione del posto guida a ogni cambio turno. Inoltre ci permette di ridurre al massimo le attività manutentive e sospenderle al deposito Sanpaolo, dove c’è stato un caso tra gli operai”.

Da giovedì gli infermieri misureranno poi la temperatura di ogni dipendente in ingresso in deposito. “Inoltre -continua l’azienda di trasporti - agli autisti saranno messe a disposizione, oltre al gel idroalcolico, salviette igienizzanti”.

Le mascherine sono state consegnate, in prima istanza, ai dipendenti che lavorano a meno di un metro di distanza. Dalla scorsa settimana sui bus è stato messo un nastro rosso e bianco da cantiere per “isolare” gli autisti e l’entrata è obbligatoria dalle porte centrali e posteriori. Gtt si sta impegnando, nonostante la difficoltà di reperimento, a procurare le mascherine anche per i conducenti.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium