/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 25 novembre 2022, 11:10

Telecamere contro i furti e 700 posti a sedere, da lunedì sulla Torino-Milano viaggia il nuovo treno Rock

La parola d'ordine è "più sicurezza". È il primo "Rock" che entra in servizio in Piemonte, a cui entro il 2025 se ne aggiungeranno altri 37

alberto cirio a porta nuova

Telecamere contro i furti e 700 posti a sedere, da lunedì sulla Torino-Milano il nuovo treno Rock

Da lunedì sulla Torino-Milano sarà in servizio il nuovo treno "Rock" di Trenitalia. Un mezzo più capiente rispetto quelli tradizionali: sono previsti 700 posti seduti, per un totale di mille considerando anche quelli in piedi.

La parola d'ordine è però "più sicurezza": a bordo - come ha spiegato Sabrina De Filippis, direttore business regionale Trenitalia al taglio del nastro a Porta Nuova - saranno presenti le telecamere e gli scompartimenti saranno uniti e non divisi. Accorgimenti che permetteranno di documentare - ma soprattutto scoraggiare - furti, scippi e molestie. 

71 nuovi treni in Piemonte entro il 2025

È il primo "Rock" che entra in servizio in Piemonte, a cui entro il 2025 se ne aggiungeranno altri 37. A questi affiancheranno 33 treni "Pop", di cui nove sono già in servizio: nei prossimi tre anni la flotta del nostro territorio si arricchirà di nuovi 71 treni.

Convogli che andranno a servire oltre a Torino-Milano, anche le altre linee dell'area metropolitana del capoluogo piemontese e la Torino-Genova. Investimenti fatti da Trenitalia grazie al nuovo contratto di servizio regionale sottoscritto ad ottobre 2022 dalla Regione. 

Dopo 15 anni di proroghe, siglato contratto decennale regionale 

"Dopo 15 anni - ha sottolineato il presidente della Regione Alberto Cirio - che si andava avanti con proroghe su proroghe, con una mancanza di prospettiva che non permetteva di fare investimenti, abbiamo siglato un contratto di dieci anni. Questi sono tutti treni made in Italy, 33 sono realizzati in Piemonte dalla Alstom di Savigliano, non inquinano e sono fatti con materiale riciclato". 

Scende l'età dei treni

Dal punto di vista economico, l'accordo tra Trenitalia e Regione, ha un valore totale di due miliardi e quattrocento milioni. Di questi, 1,3 miliardi sono stati stanziati da piazza Castello, mentre la restante quota Ferrovie punta ad incassarla dai biglietti. Grazie ai nuovi 71 Rock e Pop, come ha voluto chiarire l'assessore ai Trasporti Regionale Marco Gabusi, "scendere l'età media dei treni, che passerà dai 26 attuali a 13. Il più vecchio in circolazione ha 45 anni".

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium