/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 12 settembre 2022, 11:05

Nuovo anno scolastico: per Icardi "niente più restrizioni, Dad, mascherine a scuola"

Per la ripartenza delle lezioni l'auspicio dell'assessore regionale alla Sanità in visita all'Istituto di Istruzione Superiore "Umberto I" di Alba. Ma per restare in una situazione di normalità occorre "tenere comportamenti responsabili e a vaccinare la popolazione più fragile con la quarta dose"

L'assessore Icardi con la preside Germini per l'apertura dell'anno scolastico nella sede albese dell'Istituto "Umberto I" di Alba

L'assessore Icardi con la preside Germini per l'apertura dell'anno scolastico nella sede albese dell'Istituto "Umberto I" di Alba

C'era anche l'Istituto di Istruzione Superiore "Umberto I" di Alba, tra i plessi scelti dalla Regione Piemonte per dare avvio - questa mattina, lunedì 12 settembre - al nuovo anno scolastico con la visita degli esponenti della Giunta, che hanno così inteso rendere testimonianza diretta dell’importanza che l’istruzione e la formazione rivestono per la crescita umana e sociale.

Nell'istituto albese, storica sede della Scuola Enologica e punto di riferimento per l'istruzione agraria superiore in Piemonte - aggregando anche le sezioni di Fossano (indirizzo cerealicolo-foraggero), Grinzane Cavour (istruzione professionale a indirizzo viticolo), Santo Stefano Belbo (istruzione professionale) e Verzuolo (istruzione tecnica a indirizzo frutticolo-olivicolo) -ad accogliere l'assessore regionale alla Sanità Luigi Genesio Icardi è stato il dirigente scolastico Antonella Germini, insieme agli studenti delle IV e V dell'istituto.

"Bentornati, anche se tra docenti e studenti c'è chi ha già iniziato ad agosto - ha esordito la dirigente -. Auguro un buon anno a tutti, ringraziando per la sua presenza l'assessore Icardi, che siamo felici di accogliere qui nel 'nostro ambiente': cantina e vigne sono il posto migliore per dare avvio a questo nuovo anno".

Nel sottolineare l'importanza del lavoro di enotecnici e periti agrari, "una delle più grandi risorse di sviluppo per questo territorio", l'assessore alla Sanità si è unito agli auguri per l'inizio del nuovo anno, entrando poi nel merito delle scelte di competenza del suo assessorato, che si occupa di salute pubblica.

 

"Sono qui per annunciarvi che faremo di tutto perché non si parli più di restrizioni, di DAD, di mascherine a scuola. Sappiamo già che nel prossimo autunno, purtroppo, avremo di nuovo a che fare con il Covid. L'ondata di questa estate l'abbiamo trascorsa con una certa tranquillità e ci auguriamo che sia lo stesso per quella dell'autunno (con il picco che verrà probabilmente raggiunto nel mese di novembre, secondo quanto aggiunto in un successivo momento dall'assessore, ndr), se terremo comportamenti responsabili e riusciremo a vaccinare con la quarta dose la popolazione fragile, più a rischio di ospedalizzazione e più esposta a forme severe di malattia. Vaccinando queste persone lasceremo liberi gli ospedali che, senza pressione, permetteranno a noi tutti di continuare una vita normale".

Ha aggiunto poi Icardi: "Oggi il periodo di quarantena è ridotto a 5 giorni e il Covid si sta sostanzialmente trattando come un'influenza. Stiamo lavorando insieme al Ministero per importanti innovazioni dal punto di vista dei ricambi d'aria e delle attrezzature delle scuole e lo faremo rapidamente. La parte importante riguarda comunque i comportamenti che ognuno di noi saprà tenere. Io sono certo che la responsabilità che avete dimostrato - ha chiuso l'assessore rivolgendosi agli studenti - sarà la strada giusta per convivere con questa pandemia".

Potendo, tra l'altro, finalmente festeggiare i 141 anni di storia della Scuola Enologica.

Pietro Ramunno

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium