/ Sanità

Sanità | 29 dicembre 2021, 17:28

Il Cts: "Nessuna quarantena per i vaccinati con tre dosi che lavorano nei servizi essenziali, ma dovranno indossare la Ffp2"

Sarebbe questa l’indicazione consegnata dal Comitato Tecnico Scientifico, alla cabina di regia convocata questo pomeriggio dal premier Mario Draghi al fine di evitare l’ulteriore diffusione della variante Omicron

Il Cts: "Nessuna quarantena per i vaccinati con tre dosi che lavorano nei servizi essenziali, ma dovranno indossare la Ffp2"

Nessuna quarantena per i vaccinati con tre dosi che lavorano nei servizi essenziali, che sono stati a contatto con un positivo, ma dovranno indossare la Ffp2 per una settimana. Sarebbe questa l’indicazione consegnata dal Comitato Tecnico Scientifico, alla cabina di regia convocata questo pomeriggio dal premier Mario Draghi al fine di evitare l’ulteriore diffusione della variante Omicron. 

L’indicazione potrebbe essere estesa a tutti i 17 milioni di italiani che al momento hanno effettuato la dose booster, ma al momento coloro che non lavorano nei servizi essenziali, secondo il Cts, dovrebbero sottoporsi alla quarantena, i cui tempi si riducono da sette a cinque giorni per i vaccinati.

Un compromesso, quello proposto dal Comitato Tecnico Scientifico, dopo che la conferenza delle regioni aveva ribadito al governo la richiesta di evitare la quarantena per i vaccinati a contatto con positivi, oltre all’estensione del super green pass per i lavoratori.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium