/ Attualità

Attualità | 16 settembre 2021, 07:19

Gara di rutti e solidarietà: è Walter Sperti il vincitore delle "Olimpiadi" di Ingria

Appuntamento nel Canavesano con manifestazioni di solidarietà per il piccolo Gioele

Quattro persone in piedi

I primi quattro classificati nelle Ruttolimpiadi di Ingria 2021

Domenica scorsa - complice anche il bel tempo - si è tenuta un'edizione particolarmente riuscita della polentata Ingriese (dal nome del Comune canavesano che ha fatto da cornice), che ha visto come protagonista il piccolo Gioele, bimbo sempre sorridente che accompagnato dai genitori e dal nonno ha potuto apprezzare ancora una volta la solidarietà dei cittadini e non solo, visto che le tante persone accorse provenivano anche dal resto della Provincia e addirittura dalla Liguria.

Ma non solo polenta e solidarietà: la festa è stata accompagnata anche dalla singolare gara di rutti nazionale denominata per l’occasione “Ruttolimpiadi”: a vincere è stato - sbaragliando una concorrenza di circa venti partecipanti - Walter Sperti, esuberante “atleta” di San Mauro Torinese, mentre la seconda e terza piazza sono andate rispettivamente ad appannaggio di Marco (torinese, ribattezzato “Velociraptor”) e Barbara Cicala, chiaveranese già vincitrice dell'ultima edizione. Medaglia di legno è stata conquistata dall’ormai habituè di questa disciplina Claudio Paglia, simpatico parrucchiere di Ozegna già protagonista delle passate edizioni.

Il pomeriggio è quindi scivolato tra risate ed applausi sotto la goliardica presentazione del dj Alex Metticelli speaker di EPORADIO ideatore della rumorosa competizione, insieme al collega Ale Alo.

Siamo veramente soddisfatti dell’esito di questa edizione – ha commentato Federico Bianco Levrin, consigliere delegato al turismo del Comune di Ingria che ha sottolineato ancora una volta che la generosità di questi territori è sempre ai massimi livelli: ringrazio in particolar modo l’Associazione “Noi ci siamo Onlus” presieduta da Gigi Querio, la Pro Loco di Ingria per la collaborazione e l’ottima cucina apprezzata dai tanti turisti che hanno invaso il nostro borgo per una domenica ed infine il nuovo sacerdote Don Gian Paolo che ha voluto donare per la causa di Gioele anche le offerte della Santa Messa”.

Ci auguriamo che questo genere di manifestazioni solidali possano essere imitate e proseguite anche da altre associazioni e Pro Loco del territorio – hanno concluso il sindaco Igor De Santis e il Consigliere Andrea Canedato che l’obiettivo per l’acquisto dell’auto per la famiglia di Gioele è ancora lontano e la speranza di tutti noi deve assolutamente essere che il loro appello possa essere trasformato il prima possibile in realtà. Abbiamo di nuovo visto questo bambino sempre sorridente, amato e curato in ogni istante dai genitori e dall’amato nonno, un esempio di cura per la vita che non può che darci forza per superare tutti i piccoli problemi che dobbiamo affrontare per portare avanti gli impegni e i doveri di tutti i giorni: forza Gioele siamo tutti con te!”.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium