/ Politica

Politica | 03 settembre 2021, 16:40

Obbligo vaccinale, Cirio frena: “Meglio convincere che costringere. Terza dose? Ascolteremo i medici” [VIDEO]

Il messaggio del Governatore ai No Green Pass e No Vax: “L’80% delle persone che sono in ospedale e stanno respirando attraverso un casco o un tubo non sono vaccinate. Questa è la risposta, i numeri sono la risposta”

Obbligo vaccinale, Cirio frena: “Meglio convincere che costringere. Terza dose? Ascolteremo i medici” [VIDEO]

Alberto Cirio frena sull’obbligo vaccinale. Nella giornata di ieri, il premier Mario Draghi aveva paventato la possibilità dell’estensione dell’obbligo vaccinale, attualmente in vigore solo per alcune categorie. Un’ipotesi che non sembra convincere il Governatore piemontese: “Siamo una Regione che ha sempre ritenuto che è meglio convincere che costringere”.

Obbligo vaccinale, Cirio frena

“Crediamo che l’obbligo sia giusto per certe categorie, come il personale scolastico e il personale sanitario. Laddove c’è un contatto diretto con i fragili” ha spiegato Cirio. Il presidente della Regione ha poi precisato: “Per tutto il resto crediamo nella libertà di adesione di persone convinte che il vaccino sia la soluzione. Prima vacciniamo il più possibile, prima usciamo da questa crisi”.

Terza dose, Cirio: “Ascolterò i medici”

Per quanto riguarda la terza dose, che potrebbe diventare presto realtà anche in Italia, Cirio si è così espresso:  “Io non faccio il medico, ho imparato che nelle crisi sanitarie la politica deve ascoltare i medici. Mi adeguerò alle loro valutazioni. Il Piemonte è stata una regione tra le più performanti in Italia sulle prime e seconde dosi, lo saremo anche con la terza nel caso”.

Il messaggio del Governatore ai No Vax

Infine, il Governatore ha rivolto un messaggio alle tante persone No Vax e No Green Pass che in queste settimane hanno dato vita a diverse proteste tanto a Torino quanto nel resto del Piemonte: “L’80% delle persone che sono in ospedale e stanno respirando attraverso un casco o un tubo non sono vaccinate. Questa è la risposta, i numeri sono la risposta: convincere è meglio che costringere”. “La paura è legittima, l’abbiamo avuta tutti. C’è chi ha paura del virus, chi di un vaccino che si conosce poco, ma la paura è il virus. Dobbiamo sostituire la paura con la fiducia, i progressi fatti nella storia ancora una volta ci permetteranno di sconfiggere questo male oscuro” ha concluso Cirio.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium