/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 07 aprile 2021, 12:40

Torino Caselle rischia di perdere il servizio di avvicinamento radar

Impiegati 37 controllori di volo. Maccanti e Ricca (Lega): "Problema di sicurezza e di perdita di competenze tecniche altamente specializzate per tutto il Piemonte"

Impiegati 37 controllori di volo

Impiegati 37 controllori di volo

Torino Caselle rischia di perdere il servizio di avvicinamento radar, con il suo conseguente trasferimento a Milano. L’ipotesi, come spiega la deputata torinese della Lega Elena Maccanti, è emersa nelle intenzioni dei vertici di Enav ascoltati in Commissione Trasporti della Camera.

Per l’esponente del Carroccio il suo spostamento “costituirebbe un problema di sicurezza e di perdita di competenze tecniche altamente specializzate per tutto il Piemonte”. Il servizio, attivo fin dagli anni ’70 e che vede impiegati 37 controllori di volo che operano in due sale, non si occupa soltanto del traffico di linea ma anche della gestione dei voli di elisoccorso, del transito dei mezzi aerei delle forze dell’ordine e di quelli delle scuole di volo torinesi e piemontesi.

“E’ evidente – sottolinea l’assessore regionale alla Sicurezza Fabrizio Ricca - che queste attività necessitino di una conoscenza del territorio specifica, difficilmente trasferibile in un’altra città senza creare disagi sia per i lavoratori del settore che per il sistema stesso di controllo dei voli”.

Maccanti e Ricca promettono quindi battaglia ed annunciano che il gruppo regionale della Lega presenterà in Consiglio Regionale un “Ordine del giorno in merito a questa vicenda con primo firmatario il consigliere Andrea Cerutti.

Non possiamo che esprimere la nostra forte preoccupazione per il tentativo si spostare il servizio di avvicinamento radar di Torino Caselle verso Milano, come da piani di Enav": ad affermarlo in una nota i parlamentari piemontesi di Forza Italia. "Si tratta di un servizio strategico che da anni è centrale per la gestione dei voli e per la formazione di personale d’eccellenza. Sicuramente non staremo a guardare mentre c’è chi tenta di smontare, pezzo a pezzo, a livello nazionale le eccellenze di Torino".

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium