/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 01 marzo 2020, 20:38

Coronavirus, cinema e teatri tirano un sospiro di sollievo: “Il metro di distanza è un'indicazione”

Il Piemonte non rientra nel decreto del Governo, pertanto non risultano misure emergenziali: via libera alle attività nei teatri, musei, cinema e spazi aggregativi della regione

Coronavirus, cinema e teatri tirano un sospiro di sollievo: “Il metro di distanza è un'indicazione”

Via libera, ma con cautela. Buone notizie per teatri, cinema, palestre e spazi aggregativi della regione: il Piemonte infatti non rientra nelle aree in cui il Consiglio dei Ministri ha stabilito le misure emergenziali. Pertanto, da domani, tutto riaprirà e le attività si svolgeranno regolarmente.

Rimane la questione del “metro di distanza” che avrebbe limitato di fatto gli ingressi. Pur dovendo evitare assembramenti, infatti, il decreto ministeriale non pone limiti ma piuttosto fornisce indicazioni: “Il decreto dispone la riapertura e trasmette un decalogo con indicazioni operative per evitare il contatto tra persone, il Piemonte può ripartire” ha spiegato Alberto Cirio.

Nelle indicazioni vi è il metro di distanza tra persone, ma si tratta di un suggerimento: se non rispettato, non verrà sanzionato dalle autorità. “Sono felice, ma non dimentichiamo che ripartire non vuol dire che si è scherzato. L’allarme c’è ancora, è ben presente” è il monito del governatore.

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium